Domenica 26 Settembre 2021 | 15:30

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

A 20enne di Massafra la fascia di gay più bello d'Italia

A 20enne di Massafra la fascia di gay più bello d'Italia
TORRE DEL LAGO (LUCCA) – E' un ventenne pugliese, Lello Serio, il vincitore del concorso "Il gay più bello d’Italia" al Mamamia di Torre del Lago Puccini. La giuria capitanata da Mauro Coruzzi, in arte Platinette, e composta da personalità della cultura e dell’informazione lgbt italiana, ha scelto Lello su 12 concorrenti provenienti da diversi regioni italiane. La serata si è articolata in due sfilate una casual e una con costume da bagno ed un’intervista. Lello è originario di Massafra, in provincia di Taranto, ma vive a Bari, è fidanzato, studia all’Università di Bari scienza del servizio sociale perchè, ci dice, il suo sogno è fare l'assistente sociale ed, in particolare, di prendersi cura di bambini in difficoltà. Lello, inoltre, lavora come cubista in discoteca per pagarsi gli studi.

"Sono uno scrittore – ha raccontato -: a 16 anni ho iniziato a scrivere un romanzo fantasy su un legame di sangue e d’amore tra un ragazzo ed una ragazza e l’anno scorso l’ho pubblicato dalla casa editrice Dellisanti, col titolo 'Tutto quello che non pensavamo di esserè. Ora sto lavorando ad un secondo romanzo, che continuerà la storia del primo".

"Ho sempre saputo di essere gay – continua Serio – ma ne ho preso consapevolezza a 14 anni. In famiglia l’ho detto a 18 anni: prima a mia madre, che mi ha confessato di averlo sempre saputo, poi a mio padre, non senza qualche difficoltà. Prima gli avevo negato di essere omosessuale, poi alla fine, da uomo a uomo, gli ho parlato a quattr'occhi e mi ha capito ed accettato".
"Certo, sono diventato il gay più bello d’Italia - ci dice Serio – e spero che questa vittoria rappresenti per me un trampolino di lancio per raggiungere ulteriori obiettivi. Tengo molto al mio aspetto esteriore e vado quasi quotidianamente in palestra. Ma più che altro, mi interessa la mia dimensione interiore".

"Sono completamente d’accordo su tutte le rivendicazioni del movimento Lgbt italiano – ha concluso -. Sono ovviamente d’accordo con il matrimonio gay, istituto che spero prima o poi di poter utilizzare in prima persona. Il mio sogno più grande, del resto, è quello di avere, insieme al mio compagno, un bambino. Ma credo anche che, indipendentemente dalle proprie aspirazioni personali, sui diritti non si debba mai trattare".
Il vincitore si è aggiudicato un premio in denaro di 500 euro, un costume Little Rock, un booking fotografico offerto da Stefano Di Mauro, un weekend sulla neve con il tour operator gay GBreak ed un tour nelle principali discoteche lgbt italiane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie