Mercoledì 29 Settembre 2021 | 02:58

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Troia, per sette giorni un teatro a cielo aperto

Troia, per sette giorni un teatro a cielo aperto
TROIA - Con la consegna del premio «Eceplast» a «Once Upon A Time When PigsWere Swine» della compagnia «Equilibrio dinamico» si è abbassato il sipario domenica sera sulla decima edizione del Troia Teatro Festival, che ha concluso un triduo di manifestazioni ad alto tasso di presenza giovanile, iniziato con Design in town, passato per il Troia Music Fest ed approdato infine alla rassegna di teatro che ha portato nella storica cittadina dauna migliaia di spettatori che hanno assistito a 40 spettacoli distribuiti in 7 giorni; con 21 compagnie che hanno messo in campo più di 80 artisti che hanno animato le location nel centro storico della città.

Un’edizione, questa del 2015, che resterà nella storia per i numeri, la qualità degli spettacoli offerti, la quantità di artisti che hanno partecipato e naturalmente il grande seguito di pubblico, che ha confermato ancora una volta la crescita di una rassegna, che dopo dieci anni può tracciare un bilancio più che positivo, e guardare al futuro con grande ottimismo. Il Premio «Eceplast» è stato conferito a «Once upon a time when pigs were swine» «per la freschezza del linguaggio teatrale approdante a forme originali di messa in scena pur riconoscibili nell’immediatezza dell’intelligibilità. Per la prova complessiva scandita dall’armonia tra segno e significato, tra lavoro coreutico e affinate individualità a dare voce alle dinamiche del silenzio».

Il premio di 1500 euro, insieme alla targa, sono stati consegnati da Nicola Altobelli, dirigente commerciale dell’Eceplast, main sponsor della rassegna. Hanno chiesto di partecipare al premio «Eceplast» 140 compagnie da tutta Italia e anche da quattro paesi esteri. «Supportiamo il Festival sin dal primo anno e il grande merito del Ftt è di aver dissodato la voglia di fare cultura in questo paese – ha dichiarato Altobelli -. Siamo orgogliosi di supportare il cammino di ricerca e sperimentazione teatrale attraverso il concorso che promuoviamo e che ogni anno cresce di qualità, di notorietà e che educa la cittadinanza sia al teatro sia al vivere il teatro». Soddisfazione e ringraziamenti anche dal Comune di Troia, rappresentato dall’assessore alla cultura Fausto Aquilino, che ha omaggiato con due targhe «i due Francesco», ovvero Francesco Caserta coordinatore del Festival e il direttore artistico Francesco De Santis. «c’è qualcosa che non si può quantificare: il valore del capitale umano e il festival ha uno staff che ci rende orgogliosi del capitale umano di Troia», ha commentato l’assessore Un capitale umano che anche quest’anno è riuscito a creare «Tuttun’altra Troia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie