Venerdì 17 Settembre 2021 | 12:04

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Petruzzelli punta sui «big» con Verdi e Puccini

Petruzzelli punta sui «big» con Verdi e Puccini
BARI - Prima della pausa estiva, la Fondazione Petruzzelli annuncia in anteprima i titoli della Stagione d’Opera 2016 che prenderà il via, come di consueto, nel mese di gennaio 2016. Un invito a riscoprire grandi capolavori del melodramma che, da sempre, rivestono nell’immaginario del pubblico mondiale un posto d’onore. L’obiettivo principale del nuovo cartellone è quello di attrarre una fascia di pubblico sempre più ampia e di tutte le età, puntando su alcuni dei titoli più amati della tradizione operistica.

Il Petruzzelli intende riposizionarsi sul territorio, colmando, una volta per tutte, il vuoto causato dagli anni della sua assenza e riconquistando non solo i suoi storici spettatori, ma anche i loro figli, i loro nipoti, i loro amici, fino a raggiungere potenziali fruitori che non hanno mai varcato la soglia del Teatro.

Con queste proposte, il sovrintendente Massimo Biscardi conferma anche il suo impegno per la formazione del pubblico di domani, con la volontà di offrire ai giovani l’opportunità di avvicinarsi ai capisaldi del repertorio operistico, nati dall’incontro fra la musica e i classici della letteratura internazionale.

L’inaugurazione sarà affidata a Le nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), nuova coproduzione della Fondazione Petruzzelli e del Teatro di San Carlo che debutterà prima a Bari e successivamente a Napoli. L’opera fu rappresentata due volte al Teatro Petruzzelli: nel 1970, per la regia di Enrico Frigerio e la direzione di Carlo Felice e nel 1982, per regia Beppe De Tommasi e la direzione di Alexander Sander, con Daniela Dessì nel ruolo di Rosina.

Il secondo titolo sarà Nabucco di Giuseppe Verdi (1813-1901). L’opera andò in scena al Petruzzelli quattro volte, nel 1920 con la direzione di Edoardo Mascheroni che, come prevedevano gli usi dell’epoca, ne curava anche la regia, nel 1960 con la direzione di Federico Del Cupolo e la regia Bruno Nofri, nel 1975 con la direzione di Ottavio Ziino e la regia di Renzo Frusca, e nel 1978 con la direzione di Ottavio Ziino e la regia di Wladen Fabric.

Tosca di Giacomo Puccini (1858-1924) sarà il terzo appuntamento del cartellone. L’opera è stata rappresentata al Petruzzelli ben 26 volte ed è sicuramente fra le più apprezzate dal pubblico barese. Poi sarà la volta di Turandot di Giacomo Puccini (1858-1924).

Il Petruzzelli ha messo in scena quest’opera ben 15 volte, sempre con grande successo di pubblico. Le rappresentazione proposta nella Stagione 2016 sarà l’allestimento della Fondazione Petruzzelli firmato da Roberto De Simone.

L’ultimo titolo in programma sarà dedicato all’operetta con La vedova allegra di Franz Lehár (1870-1948).

La tradizione barese ha spesso previsto la rappresentazione delle operette al Teatro Comunale Piccinni e La vedova allegra andrà in scena al Petruzzelli per la prima volta nel 2016, con tutte le splendide possibilità sceniche che un palcoscenico più grande potrà donare allo spettacolo. Il cartellone completo della Stagione 2016 del Teatro Petruzzelli che comprenderà Opera, Danza, Musica Sinfonica, da Camera ed una seria di iniziative speciali sarà presentato ufficialmente nel mese di settembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie