Sabato 25 Settembre 2021 | 02:29

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Film turchi, polacchi e coreani: Bari capitale internazionale

Film turchi, polacchi e coreani: Bari capitale internazionale
LIVIO COSTARELLA
BARI - Sarà una settimana dedicata alle cinematografie internazionali meno note e poco distribuite nei maggiori circuiti, quella che partirà a Bari da oggi, tra Biblioteca Santa Teresa dei Maschi, Cineporto e Mediateca Regionale.

In Biblioteca sarà protagonista da oggi a giovedì il cinema turco, grazie all’organizzazione dello Yunus Emre Enstitüsü, con il patrocinio dell’Ambasciata di Turchia a Roma e la collaborazione del Consolato Onorario di Bari della Repubblica Turca, il sottosegretariato del Ministero di Cultura e Turismo della Repubblica Turca e la Città Metropolitana di Bari. Oggi alle 18 si parte con L’amore ama le coincidenze (2011), di Ömer Faruk Sorak, una storia ambientata nel 1977, ad Ankara, in cui un incidente automobilistico vede coinvolti due futuri padri che stanno accompagnando le loro mogli incinte in ospedale. Alle 20,45 toccherà a Mio padre e mio figlio (2005) di Çagan Irmak. Domani si ricomincia dalle 16: in programma La nostra grande disperazione (2011) di Seyfi Teoman, alle 17,45 Cinque Minareti a New York (2010) di Mahsun Kirmizigül e alle 19 Il rosario sbagliato (2009) di Mahmut Fazil Çoskun; giovedì 11, alle 16 sarà proiettato Autunno (2008) di Özcan Alper, alle 17,45 Il vaso di Pandora (2008) di Yesim Ustaoglu e alle 19 L'Internazionale (2006) di Muharrem Gülmez-Sirri Süreyya.

Nella Mediateca regionale riprende da oggi alle 17,30, fino a venerdì 12, il Festiwal Filmow Polskich, rassegna di cinema polacco: oggi è la volta di Floating Skyscrapers (2013) di Tomasz Wasilewski. Tutti i film saranno introdotti dagli organizzatori dell’associazione Buvisced in seguito discussi, insieme al pubblico partecipante, da Angelo Amoroso d’Aragona, per la Mediateca, e Joanna Kalinowska per l’Associazione Amici Italia-Polonia. I prossimi film (sempre alle 17,30, tutti proiettati in lingua originale con sottotitoli in Italiano) saranno domani Suicide Room (2011) di Jan Komasa e giovedì Little Rose (2010) di Jan Kidawa-Blonski, mentre venerdì 12 sarà presentato il libro Ascoltando Azzurro di Joanna Kalinowska.

Sarà asiatica, invece, la terza rassegna della settimana, al Cineporto di Bari, da domani a venerdì 12: I dispersi verso Oriente proporrà il sempre più in crescita cinema coreano, ed è organizzata dall’associazione La Scatola Blu, in collaborazione con l’associazione Taegukgie il Florence Korea Film Fest. «Preparatevi a tre giorni intensissimi – spiegano gli organizzatori -, di sangue e bellezza, di lussuria e terrore, di divertimento e voglia di vendetta. Tre giorni per lasciare a casa qualsiasi cosa che non sia la voglia di immergersi totalmente nelle storie, di correre e amare con i personaggi, di sentire il cinema come arte capace di trascinarci davvero in un’altra dimensione». Domani si parte alle 16,30 con Mourning Grave (2014) di Oh In-chun, alle 18,30 con Secretly Greatly (2013) di Jang Cheol-soo e alle 21 con A Hard Day (2014) di Kim Seong-hoo. Ospite della serata sarà Riccardo Gelli, fondatore del Florence Korea Film Fest. Giovedì interverranno Alberto Brumana e Sara Sagrati, curatori della pubblicazione «I Dispersi: guida ai film che non vi fanno vedere», edita da Falsopiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • WajdaArt

    22 Marzo 2018 - 12:05

    Andrzej Wajda è uno dei registi che ha contribuito a popolarizzare la cultura polacca nel mondo. Come Progetto Arte di Wajda, desideriamo mostrare i suoi lavori da un lato più intimo; vogliamo rilasciare materiali in cui il direttore parla circa le sue ispirazioni e il processo creativo oltre a mostrare i suoi disegni e bozze. Unisciti al finanziamento!

    Rispondi

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie