Mercoledì 12 Maggio 2021 | 06:19

NEWS DALLA SEZIONE

La premiazione
David 2021, la miglior canzone a sorpresa è Immigrato di Checco Zalone

David 2021, la miglior canzone a sorpresa è Immigrato di Checco Zalone

 
L'idea
Salento, anche la Sirenetta si è innamorata della pizzica

Salento, anche la Sirenetta si è innamorata della pizzica

 
Sui social
Trani, rubato il furgone di atleti affetti da Sma, Checco Zalone ai ladri: «C'è speranza anche per voi»

Trani, rubato il furgone di atleti affetti da Sma, Checco Zalone ai ladri: «C'è speranza anche per voi»

 
l'attore di grumo
Le fortune della Puglia spiegate da Sergio Rubini

Le fortune della Puglia spiegate da Sergio Rubini

 
Iniziative
Salento, Taranto e Valle d'Itria: la gita con CodyTrip è virtuale, già 38mila iscritti

Salento, Taranto e Valle d'Itria: la gita con CodyTrip è virtuale, già 38mila iscritti

 
La cultura
Bari, da domani riaprono, gratuitamente, i musei della Città metropolitana

Bari, da domani riaprono, gratuitamente, i musei della Città metropolitana

 
Zona Gialla
Bari, i cinema parrocchiali «battono» le multisale: domani riaprono Splendor ed Esedra, il 19 il Piccolo

Bari, i cinema parrocchiali «battono» le multisale: domani riaprono Splendor ed Esedra, il 19 il Piccolo

 
Casa editrice
Laterza, domani per i 120 anni sarà festa con i lettori

Laterza, per i 120 anni è grande festa con i lettori

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatBuone notizie
Trani, dopo il tam tam sui social ritrovato il furgone rubato a Nazionale calcio in carrozzina

Trani, dopo il tam tam sui social ritrovato il furgone rubato a Nazionale calcio in carrozzina

 
BariSpettacoli
Bari, al Teatro Petruzzelli torna il pubblico: via a concerti e visite guidate

Bari, al Teatro Petruzzelli torna il pubblico: via a concerti e visite guidate

 
Covid news h 24La decisione
Basilicata gialla ma 4 comuni in zona rossa: l'ordinanza di Bardi

Basilicata gialla ma 5 comuni in zona rossa: l'ordinanza di Bardi

 
MateraIl caso
Motociclista morto nel 2019, prosciolto l'ex sindaco di Matera

Motociclista morto nel 2019, prosciolto l'ex sindaco di Matera

 
GdM.TVL'operazione di recupero
Taranto, 64enne cade in un dirupo: salvato da un elicottero dell’Aeronautica

Taranto, 64enne cade in un dirupo: salvato da un elicottero dell’Aeronautica

 
NewsweekL'idea
Salento, anche la Sirenetta si è innamorata della pizzica

Salento, anche la Sirenetta si è innamorata della pizzica

 
Italia TVIl video
Smantellato cartello della droga: 13 arresti tra Roma e Brindisi

Smantellato cartello della droga: 13 arresti tra Roma e Brindisi

 

i più letti

La storia

«Ecco come in Inghilterra siamo fuori dall'incubo Covid», parla una molfettese espatriata

Tiziana, 38 anni, svela la ricetta: mesi di duro lockdown e vaccinazione di massa

«Ecco come in Inghilterra siamo fuori dall'incubo Covid», parla una molfettese espatriata

Mesi di duro lockdown, vaccini a raffica e senza sosta e così ora si inizia a tornare alla vita. L’incubo chiamato Covid per i cittadini della Gran Bretagna sembra essersi concluso. Queste sono le prime sensazioni che giungono da Oltremanica, dove la fiducia per avercela finalmente fatta sta aumentando ora dopo ora. Un segno tangibile è rappresentato dalla riapertura di molte attività commerciali, parallelamente a quelle ritenute essenziali. Un allentamento delle misure anti-Covid che arriva dopo un regime durissimo di restrizioni, durato 7 mesi. Da lunedì scorso la vita, nel Regno Unito, sembra essere sempre più vicina alla normalità, nonostante ulteriori step (relativi alle riaperture) ben definiti e che gli inglesi stanno seguendo scrupolosamente. Tiziana Balacco, 38 enne molfettese, da anni residente a Nottingham, dove è «account coordinator» in una multinazionale di Sportwear, può ben descrivere quanto sta accadendo in Inghilterra.

Lasciare Molfetta e l’Italia non è stato facile. La distanza dalla famiglia si è fatta sentire moltissimo soprattutto durante quest’anno di pandemia. Ma da lunedì anche a Tiziana è sembrato quasi di rinascere. «Per me è stato stupendo ricominciare a vivere - racconta - lunedì per tutti gli inglesi e per chi vive qui, me inclusa, è stato come festeggiare il Capodanno grazie ad un ritorno a quel senso di libertà mancato per oltre un anno, ma soprattutto durante i sette lunghi mesi di lockdown. Dopo questo periodo di ristrettezze - continua la giovane - fatte di chiusure complete di ogni attività era normale raccogliere i frutti. Cosa che sta succedendo proprio da lunedì in coincidenza con la poderosa campagna di vaccinazioni in atto». Effettivamente gli ultimi dati diffusi nel Regno Unito evidenziano una curva dei contagi ridotta ai minimi termini. Lo stesso numero di decessi difficilmente, negli ultimi giorni, è a doppia cifra. «Anche se da lunedì molte attività commerciali, nonché ristoranti, pub e strutture di altro tipo hanno riaperto al pubblico - spiega la 38enne molfettese - si procederà per tappe sino ad arrivare a una ripresa totale. È stato definito un calendario fino al prossimo 21 giugno quando tutto sarà completamente aperto.

Sono stati sette lunghi mesi di lockdown, dove tutti hanno fatto dei sacrifici. Quando si parla della dedizione degli inglesi al rispetto delle regole è tutto vero. Quando ad essere aperti erano solo i supermercati e quando la maggior parte dei lavoratori erano in home working, i rapporti sociali praticamente sono stati nulli». All’efficienza del lockdown si aggiunge la grande organizzazione della campagna vaccinazioni. «Qui è tutto molto semplice - sottolinea Tiziana Balacco - in quanto i cittadini ricevono direttamente dall’Nhs, l’ente che si occupa di salute nel Regno Unito, una lettera con data e luogo per la vaccinazione. Non c’è il bisogno di prenotarsi. L’unica analogia con l’Italia riguarda le priorità: è stato vaccinato prima il personale sanitario, poi gli anziani e le categorie fragili. Io spero d potermi vaccinare a giugno». Semplicità nel vaccinarsi, ma anche meno opposizioni. «Anche qui ci sono i No Vax - conclude - ma non ci sono coloro i quali esprimono preferenze per tipologia di vaccini somministrati. Va bene tutto. Va benissimo Astrazenca. L’importante è uscirne così come sta avvenendo. In questo momento sono molto orgogliosa di vivere qui».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie