Venerdì 17 Settembre 2021 | 18:42

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Atletica: la Maratona di Roma comincia a correre

Atletica: la Maratona di Roma comincia a correre

 
ROMA
Taekwondo: Vezzali in Fita, incontro con Cito e Dell'Aquila

Taekwondo: Vezzali in Fita, incontro con Cito e Dell'Aquila

 
ROMA
Moto: San Marino; Zarco guida la pattuglia Ducati in FP2

Moto: San Marino; Zarco guida la pattuglia Ducati in FP2

 
ROMA
Pechino 2022:Bach,vaccini disponibili per tutti partecipanti

Pechino 2022:Bach,vaccini disponibili per tutti partecipanti

 
LONDRA
Scontri a Leicester, nove tifosi del Napoli agli arresti

Scontri a Leicester, nove tifosi del Napoli agli arresti

 
ROMA
Calcio: Ghirelli, parole Vezzali incoraggiano gli investimenti

Calcio: Ghirelli, parole Vezzali incoraggiano gli investimenti

 
ROMA
Sport: weekend di padel con Open Day CSI Flaminio Roma

Sport: weekend di padel con Open Day CSI Flaminio Roma

 
ROMA
San Marino: Vinales vola in libere 1,poi Mir e Bagnaia

San Marino: Vinales vola in libere 1,poi Mir e Bagnaia

 
ROMA
Pga Tour: Reavie vola, Rahm delude

Pga Tour: Reavie vola, Rahm delude

 
ROMA
Roma; Mourinho 'Pellegrini rinnoverà prossimi giorni'

Roma; Mourinho 'Pellegrini rinnoverà prossimi giorni'

 
ROMA
Eurocoppe: pari del Napoli, la Roma dilaga

Eurocoppe: pari del Napoli, la Roma dilaga

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

MONACO

Atletica: la Wada accusa la Iaaf

Vertici responsabili corruzione, non potevano non sapere

Atletica: la Wada accusa la Iaaf

MONACO, 14 GEN - "Le informazioni sono piuttosto chiare e dimostrano che la corruzione partiva dal vertice della Iaaf, dal presidente Lamine Diack". Richard McLaren, membro Wada e consulente legale, illustra la seconda parte del report della commissione indipendente dell'Agenzia mondiale antidoping sull'atletica e sulle colpe della Federazione internazionale (Iaaf), fra corruzione e doping. "Certi individui all'interno della Iaaf sono andati oltre la corruzione sportiva - tuona McLaren - si potrebbe dire che c'è stata una corruzione criminale. E questo dimostra che non è più il momento di negare ma è il momento di fare le riforme". E sullo scandalo doping in Russia, McLaren aggiunge: "Non è credibile che i funzionari eletti non erano a conoscenza della situazione che colpisce l'atletica in Russia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie