Giovedì 16 Settembre 2021 | 13:41

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Sondaggio FIFA sul Mondiale, tifosi aprono a cadenza biennale

Sondaggio FIFA sul Mondiale, tifosi aprono a cadenza biennale

 
ROMA
Moto: Dovizioso alla Yamaha, contratto per il 2021-2022

Moto: Dovizioso alla Yamaha, contratto per il 2021-2022

 
ROMA
Atletica: torna la maratona di Roma, al via con una tre giorni

Atletica: torna la maratona di Roma, al via con una tre giorni

 
ROMA
Ranking Fifa: Italia resta 5/a, balzo Inghilterra al 3/o

Ranking Fifa: Italia resta 5/a, balzo Inghilterra al 3/o

 
MILANO
Champions: Inter-Real Madrid 0-1

Champions: Inter-Real Madrid 0-1

 
ROMA
Champions: Liverpool-Milan 3-2

Champions: Liverpool-Milan 3-2

 
JESI
Azzurri: Mancini, ritorno in club? Adesso Mondiale poi vediamo

Azzurri: Mancini, ritorno in club? Adesso Mondiale poi vediamo

 
ROMA
Champions: Psg; Messi, Neymar e Mbappé prima volta insieme

Champions: Psg; Messi, Neymar e Mbappé prima volta insieme

 
ROMA
Cozzoli, "rilancio sport di base parte dai territori"

Cozzoli, "rilancio sport di base parte dai territori"

 
ROMA
Pallavolo: Europei; 3-0 alla Germania, Italia in semifinale

Pallavolo: Europei; 3-0 alla Germania, Italia in semifinale

 
ROMA
Europa League: Napoli e Lazio fra big del Vecchio Continente

Europa League: Napoli e Lazio fra big del Vecchio Continente

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

ROMA

Spinazzola, 'non mi aspettavo infortunio, stavo da Dio'

Ospite su Rai2 rivela, 'alle medie ero bullizzato per sorriso'

Spinazzola, 'non mi aspettavo infortunio, stavo da Dio'

ROMA, 14 SET - Leonardo Spinazzola non si aspettava l'infortunio subito con la nazionale durante Euro 2020, "anche perché stavo da Dio, stavo proprio da Dio, volavo: mi sentivo volare in campo". Lo ha detto il giocatore della nazionale e della Roma a Pierluigi Diaco durante la prima puntata di 'Ti Sento', in onda su Rai2 questa sera alle 23.05. Riguardato al proprio futuro, Spinazzola ha spiegato: "Quando rientro? Io ho detto a fine novembre rientro in squadra in gruppo, questo non significa giocare nella partita ma che rientro in gruppo che respiro la squadra. È già una grande cosa! E' una cosa mia, è una scaletta mentale, l'equilibrio! È quello, perché io tutti i giorni punto quel giorno". "Ti aspettiamo presto, abbiamo bisogno di te hai un gran fisico, recupererai in fretta", gli ha detto in un videomessaggio Roberto Mancini. "Penso - ha detto Spinazzola - che lui me ne voglia tanto, di bene...mi stuzzicava sempre - non fare questo non fare quello. E' un bene quando un mister, quando una persona ti sta sempre addosso, significa che prova qualcosa no? E quello me l'ha fatto sempre capire ma anche prima dell'Europeo. Io mi sono sempre sentito parte di quella squadra e mi sono sempre sentito la stima che il mister aveva nei miei confronti". Spinazzola ha poi rivelato che da ragazzo era bullizzato per il suo sorriso: "Mi portavano un pochino in giro perché mi dicevano castoro perché avevo i denti grandi all'infuori". Si tratta di frasi che lo avevano ferito: "Ero alle medie avevo 12, poi fino anche 14 anni, anche in convitto o simili. 'Siamo tre papà castoro' mi cantavano quello! Eh sì m'arrabbiavo, però dopo crescendo penso che è la cosa più bella che ho questo sorriso". Ai ragazzi che oggi non sanno difendersi di fronte al bullismo, il calciatore dice "che sono migliori di loro senza dubbio. Perché chi parla tanto degli altri non è molto sicuro di sé stesso penso". (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie