Lunedì 20 Settembre 2021 | 08:29

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Pallavolo: De Giorgi, vittoria Europei merito del gruppo

Pallavolo: De Giorgi, vittoria Europei merito del gruppo

 
ROMA
Pallavolo: 3-2 alla Slovenia, l'Italia vince gli Europei

Pallavolo: 3-2 alla Slovenia, l'Italia vince gli Europei

 
ROMA
Pelè dall'ospedale: "Buon umore è la miglior medicina"

Pelè dall'ospedale: "Buon umore è la miglior medicina"

 
ROMA
Serie A: Juventus-Milan 1-1

Serie A: Juventus-Milan 1-1

 
ROMA
Calcio: Premier; United e Chelsea agganciano il Liverpool

Calcio: Premier; United e Chelsea agganciano il Liverpool

 
ROMA
Verona-Roma 3-2

Verona-Roma 3-2

 
ROMA
Serie A: Lazio-Cagliari 2-2

Serie A: Lazio-Cagliari 2-2

 
ROMA
Ciclismo, Draghi: "Bravo Ganna, è il più veloce del mondo"

Ciclismo, Draghi: "Bravo Ganna, è il più veloce del mondo"

 
ROMA
Ciclismo: Ganna campione del mondo a cronometro

Ciclismo: Ganna campione del mondo a cronometro

 
ISTANBUL
Calcio: tedesco Stefan Kuntz nuovo ct della Turchia

Calcio: tedesco Stefan Kuntz nuovo ct della Turchia

 
PALERMO
Canoa: Di Liberto campione del mondo velocità nel K1 200 metri

Canoa: Di Liberto campione del mondo velocità nel K1 200 metri

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Tokyo: Jacobs, alla play con Tamberi dicevamo 'immagina se...'

"Dopo averlo vincere mi sono detto che l'avrei fatta"

Tokyo: Jacobs, alla play con Tamberi dicevamo 'immagina se...'

(ANSA-AFP) - TOKYO, 02 AGO - Alla vigilia della gara più importante della loro vita, Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi hanno provato a sciogliere il nervosismo con i videogiochi, e nelle loro chiacchiere serali l'idea dell'oro olimpico era accantonato fra i pensieri impossibili. "È incredibile. Ieri sera giocavamo alla playstation nella mia stanza con Gianmarco, e dicevamo: 'Immagina se vinciamo? Nooo... È impossibile, non pensarci'. E stasera io l'ho visto vincere cinque minuti prima di me, mi sono detto: 'Ce la faccio' - ha raccontato Jacobs nella zona mista allo stadio di Tokyo dove è diventato campione olimpico dei 100 metri -. È davvero un ragazzo davvero eccezionale, fantastico, lo amo. Ha passato dei momenti brutti e ora siamo tutti e due campioni olimpici". Parlando della sua stagione in cui non è mai sceso sotto i 10 secondi, lo sprinter azzurro ha spiegato di aver "creato intorno a me un'ottima squadra, ho lavorato tanto psicologicamente. Perché prima, quando arrivavano i momenti importanti, le mie gambe non giravano bene. Adesso le mie gambe rispondono bene al momento giusto. Ringrazio la mia squadra. In allenamento abbiamo cambiato la partenza, ma soprattutto lavorato mentalmente. Anche con una buona alimentazione, fisioterapisti...". (ANSA-AFP).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie