Giovedì 15 Aprile 2021 | 04:12

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Champions: 0-0 a Liverpool, Real Madrid in semifinale

Champions: 0-0 a Liverpool, Real Madrid in semifinale

 
ROMA
Champions: 2-1 al Dortmund, Manchester City in semifinale

Champions: 2-1 al Dortmund, Manchester City in semifinale

 
ROMA
Nibali "farò l'impossibile per essere al Giro"

Nibali "farò l'impossibile per essere al Giro"

 
ROMA
Sport: l'Associazione atleti olimpici si colora di rosa

Sport: l'Associazione atleti olimpici si colora di rosa

 
ROMA
Frasi razziste, maxisqualifica di 10 turni a Kúdela

Frasi razziste, maxisqualifica di 10 turni a Kúdela

 
ROMA
Ciclismo: frattura al polso per Nibali, Giro a rischio

Ciclismo: frattura al polso per Nibali, Giro a rischio

 
ROMA
Pugilato: ad Assisi presentata l'European Boxing Academy

Pugilato: ad Assisi presentata l'European Boxing Academy

 
ROMA
Tennis: i complimenti di Djokovic a Sinner, "è il futuro"

Tennis: i complimenti di Djokovic a Sinner, "è il futuro"

 
ROMA
E. League:Roma;Fonseca 'Ajax? Gara più importante dell'anno'

E. League:Roma;Fonseca 'Ajax? Gara più importante dell'anno'

 
ROMA
Ciclismo: anche Pinot sarà al via del Tour of The Alps

Ciclismo: anche Pinot sarà al via del Tour of The Alps

 
MILANO
Kalulu: "Il Milan deve tornare a vincere a San Siro"

Kalulu: "Il Milan deve tornare a vincere a San Siro"

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro il Palermo torna Celiento?

Bari calcio, contro il Palermo torna Celiento?

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariUltim'ora
Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

 
TarantoIl caso
Taranto, pressing su Mittal per il reintegro del dipendente licenziato dopo post su Fb

Taranto, pressing su Mittal per il reintegro del dipendente licenziato dopo post su Fb

 
FoggiaMomenti di panico
Foggia, «Attenzione il Teatro Giordano va a fuoco»: falso allarme, è solo vapore

Foggia, «Attenzione il Teatro Giordano va a fuoco»: falso allarme, è solo vapore

 
PotenzaIl virus
Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

 
MateraL'inchiesta
Matera, inchiesta sull'ex dg Asm: il gup archivia

Matera, inchiesta sull'ex dg Asm: il gup archivia

 
BrindisiIl caso
Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

 
LecceIl caso
Lequile, avvistata la pantera vicino a un market da un autista

Lequile, nuovo avvistamento della pantera: era vicino un market

 
BatL'episodio
Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

 

i più letti

ROMA

Juve-Napoli:Altafini core 'ngrato, 'qualità scaduta'

Doppio ex'Chellini e CR7 in ribasso, gli azzurri almeno lottano'

Juve-Napoli:Altafini core 'ngrato, 'qualità scaduta'

di Alessandro Castellani ROMA, 05 APR - "Entrai in campo a un quarto d'ora dalla fine, accolto dai fischi dei tanti napoletani che erano allo stadio, e quando mancavano due minuti al 90' segnai la rete della vittoria della Juve, 2-1, e diventai 'core 'ngrato'". Josè Altafini ricorda così quella domenica di 46 anni fa, era il 6 aprile del 1975, quando il suo gol dell'ex, in maglia bianconera, spezzò il sogno tricolore del Napoli 'all'olandese' allenato da Vinicio e lo scudetto finì ancora nella mani della Vecchia Signora. Juventus-Napoli per Altafini non potrà mai essere una partita qualsiasi, lui che al suo primo campionato in bianconero, 1972-'73, segnò tre gol in più di Pietro Anastasi al quale faceva da riserva, con un contratto 'a gettone', poi riconfermato, e un pezzo di cuore lasciato proprio sul Golfo che non puoi non amare . Ma il tempo scorre e il 7 aprile, 46 anni e un giorno dopo, è tempo di altro Juventus-Napoli: come si fa a non ricordare? "Infatti è così - dice Altafini -, ci penso, ma questa partita non è come quella di 46 anni fa, perché noi quel giorno ci giocavamo lo scudetto. La sfida di mercoledì, il recupero del match non giocato a inizio stagione, mette invece in palio solo un posto in Champions. Penso che la Juve, dopo nove scudetti di fila, abbia perso la 'fame' che aveva, in fondo è anche normale, e poi, anche se ha un asso come De Ligt, la sua difesa non è più la stessa. Contro questo Napoli dovranno stare attenti". Ma cos'ha il reparto arretrato della Juve che non convince Altafini? "Per me Bonucci e Chiellini non sono più come una volta - risponde Altafini -, quando erano veramente un punto di forza della squadra". "E anche Cristiano Ronaldo - aggiunge il campione del mondo del 1958 - , anche se segna ancora tanto a me non sembra più lo stesso, quando era un genio del calcio". Quindi il duello di mercoledì lo può vincere l'altro campione del mondo 2006, Rino Gattuso? "Lui mi piace, come allenatore è uno serio - dice Altafini -. E ho notato che tanti giocatori del Napoli lottano per lui, e questo è bello. E poi nel Napoli c'è Mertens, un calciatore speciale". (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie