Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 00:09

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Giampaolo: Quagliarella ultimo Mohicano

Giampaolo: Quagliarella ultimo Mohicano

 
MILANO
Reina: Higuain? Addio è un momento amaro

Reina: Higuain? Addio è un momento amaro

 
MILANO
Rizzoli: "Var non elimina le polemiche"

Rizzoli: "Var non elimina le polemiche"

 
MILANO
Biglia: Con Piatek il Milan ci guadagna

Biglia: Con Piatek il Milan ci guadagna

 
ROMA
Giorgetti: "Severità contro la violenza"

Giorgetti: "Severità contro la violenza"

 
CAGLIARI
Cagliari: l'uruguayano Oliva a un passo

Cagliari: l'uruguayano Oliva a un passo

 
ROMA
L'Equipe, fatta per Balotelli all'OM

L'Equipe, fatta per Balotelli all'OM

 
ROMA
Roma: senza Under con Atalanta e Milan

Roma: senza Under con Atalanta e Milan

 
ROMA
Serie B: sette squalificati per un turno

Serie B: sette squalificati per un turno

 
ROMA
Golf: il 'Ben Hogan Award' a Tiger Woods

Golf: il 'Ben Hogan Award' a Tiger Woods

 
Tennis: Open d'Australia, Stefanos Tsitsipas (Grecia)

Tennis: Open d'Australia, Stefanos Tsitsipas (Grecia)

 

ROMA

Malagò, precursori con Milano-Cortina

Presidente Coni ad AP, siamo convinti dossier possa vincere

Malagò, precursori con Milano-Cortina

ROMA, 11 GEN - "Siamo dei precursori e ne siamo orgogliosi". Così il presidente del comitato olimpico italiano, Giovanni Malagò, in un'intervista esclusiva alla Associated Press nel giorno dell'invio al Cio del dossier della candidatura di Milano-Cortina per le Olimpiadi invernali 2026, sottolinea la forza del progetto italiano. A suo parere, "è un dossier che siamo convinti possa vincere" nonostante i tanti dubbi, problemi e reticenze che ne hanno accompagnato la gestazione. Malagò non esclude che un domani possa rientrare in gioco anche Torino: "La storia recente ci mostra che sorgono nuove opportunità una volta che ti sono stati assegnati i Giochi". Il progetto non punta su una sola sede e vanta alti livelli di sostenibilità economica e ambientale. Questo, peraltro, chiedeva e suggeriva la riforma Agenda 2020 voluta dal presidente del Cio, Thomas Bach, per rendere meno gravose e più appetibili le candidature. "Senza quel pacchetto di riforme non saremmo stati in grado di fare una proposta", ammette Malagò.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400