Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 17:33

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Giorgetti, riforma buona, sport non si ancori a passato

Giorgetti, riforma buona, sport non si ancori a passato

 
ROMA
Roma: Cristante,ambientamento non facile

Roma: Cristante,ambientamento non facile

 
TORINO
Basket: Leonis, interesse per Torino

Basket: Leonis, interesse per Torino

 
ROMA
Coni: Abbagnale, non temo il cambiamento

Coni: Abbagnale, non temo il cambiamento

 
SALERNO
Minala ritorna nella Salernitana

Minala ritorna nella Salernitana

 
WENGEN (SVIZZERA)
Sci: Feuz più veloce in prova a Wengen

Sci: Feuz più veloce in prova a Wengen

 
ROMA
Coni: Pancalli, concertazione su decreti

Coni: Pancalli, concertazione su decreti

 
ROMA
Giochi26:Giorgetti,costi a organizzatori

Giochi26:Giorgetti,costi a organizzatori

 
Tennis: Australia, Federer soffre ma passa al terzo turno

Tennis: Australia, Federer soffre ma passa al terzo turno

 
ROMA
Valente: Nostro mandato migliorare sport

Valente: Nostro mandato migliorare sport

 
ROMA
Aus Open, anche Fabbiano al terzo turno

Aus Open, anche Fabbiano al terzo turno

 

BOLOGNA

Mazzarri, "Torino, occasione sprecata"

"Non siamo stati capaci di gestire il risultato"

Mazzarri, "Torino, occasione sprecata"

BOLOGNA, 21 OTT - Bologna e Torino si spartiscono la posta. Per Mazzarri e il Torino è un'occasione sprecata. "Siamo stati incapaci di gestire il risultato. In futuro se mai ci troveremo in questa situazione dirò ai ragazzi di far finta di essere sotto 2-0 e non avanti", attacca il tecnico granata, che dopo il triplice fischio ha l'amaro in bocca dettato dal rimpianto: "Abbiamo creato quattro occasioni nitide nel primo tempo e altrettanto nella ripresa e abbiamo subito due gol senza che il nostro portiere facesse una parata". Mazzarri difende Belotti, a secco dal 23 settembre: "Non era al meglio, ha avuto un problema nella rifinitura, ma ha voluto stringere i denti. Per questo l'ho sostituita". E se la prende con la sfortuna e anche con i suoi: "C'è stata una spinta in area su Izzo da parte di Nagy. Ma sottovalutiamo i pericoli e non gestiamo i momenti della gara. Dobbiamo lavorare per crescere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400