Lunedì 17 Dicembre 2018 | 16:07

NEWS DALLA SEZIONE

Baldissoni, poteva andarci peggio

Baldissoni, poteva andarci peggio

 
ROMA
Roma: Di Francesco, sfateremo tabù Porto

Roma: Di Francesco, sfateremo tabù Porto

 
ROMA
Rally: Campionesse GF Motori da sogno

Rally: Campionesse GF Motori da sogno

 
MILANO
Champions: Juve scivola in Borsa

Champions: Juve scivola in Borsa

 
Torneo Apertura: Cruz Azul vs Club America, Messico

Torneo Apertura: Cruz Azul vs Club America, Messico

 
Clausura: giocatori Atletico Junior festeggiano vittoria

Clausura: giocatori Atletico Junior festeggiano vittoria

 
ROMA
Sci: Coppa Europa, a Obereggen anche l'olimpionico Razzoli

Sci: Coppa Europa, a Obereggen anche l'olimpionico Razzoli

 
Champions: il quadro degli ottavi di finale

Champions: il quadro degli ottavi di finale

 
Baseball, test match Australia-India al Perth Stadium

Baseball, test match Australia-India al Perth Stadium

 
VAL GARDENA (BOLZANO)
Sci:prove libera Val Gardena,bene Delago

Sci:prove libera Val Gardena,bene Delago

 
ROMA
'Juve c'era prima Marotta e sarà dopo'

'Juve c'era prima Marotta e sarà dopo'

 

TRENTO

Ciclismo:Moser-Wiggins"signori dell'ora"

Faccia a faccia al Festival dello Sport tra i due recordman

Ciclismo:Moser-Wiggins"signori dell'ora"

TRENTO, 12 OTT - Li chiamano "i signori dell'ora", il trentino fu il primo ad abbattere nel lontano 1984 il muro dei 50 km, il britannico detiene ancora il primato conquistato nel 2015. Sono Francesco Moser e Bradley Wiggins, lo 'sceriffo' e il 'baronetto', capaci di scrivere una delle pagine più emozionanti della storia del ciclismo. Il tempo ha impedito che questi due fuoriclasse del pedale potessero confrontarsi in pista e su strada e allora ci hanno pensato la Gazzetta e il Trentino a metterli di fronte uno all'altro in una delle tante tavole rotonde che fanno da cornice al Festival dello Sport, in programma a Trento fino a domenica. La storia del record dell'ora è una delle tante che il ciclismo ha consegnato alle cronache e al mito, Moser e Wiggins due dei campioni che ci hanno messo l'inchiostro. Si stimano, si rispettano ("Se potessi, baratterei una dei miei ori olimpici con una sua Roubaix", la battuta del britannico) e adesso, fianco a fianco sul palco dell'auditorium di Santa Chiara, ripercorrono le due imprese

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400