Martedì 23 Ottobre 2018 | 20:11

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Spalletti, sfruttiamo onda derby

Spalletti, sfruttiamo onda derby

 
PARIGI
Champions: Ancelotti, siamo fiduciosi

Champions: Ancelotti, siamo fiduciosi

 
MILANO
Giochi '26: Sala, cabina regia a Milano

Giochi '26: Sala, cabina regia a Milano

 
Lotta: Mondiali, l'azzurra Caneva contro Zhumanazarova

Lotta: Mondiali, l'azzurra Caneva contro Zhumanazarova

 
Mondiali di Lotta: il cubano Castillo contro il moldavo Sava

Mondiali di Lotta: il cubano Castillo contro il moldavo Sava

 
Mondiali: la presa dell'ungherese Szmolka contro la Ochirbat

Mondiali: la presa dell'ungherese Szmolka contro la Ochirbat

 
MONZA
Calcio: Brocchi al Monza, stima di Berlusconi è guadagnata

Calcio: Brocchi al Monza, stima di Berlusconi è guadagnata

 
ROMA
Basket: Nba, terzo ko di fila per i Lakers di Lebron James

Basket: Nba, terzo ko di fila per i Lakers di Lebron James

 
ROMA
Chievo: Campedelli difende Ventura

Chievo: Campedelli difende Ventura

 
ROMA
Tennis: Wta Finals Singapore, Wozniacki batte Kvitova

Tennis: Wta Finals Singapore, Wozniacki batte Kvitova

 
ROMA
Tennis: Wta Finals Singapore, Kvitova in azione

Tennis: Wta Finals Singapore, Kvitova in azione

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

GENOVA

Giampaolo, obbligo vittoria non sia peso

Tecnico Samp 'col Bologna gara da vincere con intelligenza'

Giampaolo, obbligo vittoria non sia peso

GENOVA, 17 APR - "Mi aspetto una gara dura da portare a casa con spirito, intelligenza e aiuto del pubblico. Si vince insieme: è il momento di stare uniti": così il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo manda un messaggio a squadra e tifosi in vista della partita al Ferraris col Bologna. "L'obbligo della vittoria - ha detto Giampaolo - non deve essere un peso. Noi dobbiamo giocare per vincere come abbiamo sempre fatto: ci siamo posti questo obiettivo e contiamo di chiamare a raccolta tutti i nostri tifosi perché questo è il momento più importante per stare vicino alla squadra. Qualche cambio - ha anticipato - ci sarà, sarà una squadra diversa rispetto a quella scesa in campo a Torino, ma sarà diversa per le caratteristiche della contrapposizione. Penseremo alla Lazio solo dopo aver terminato il match contro il Bologna. La squadra di Donadoni ha sempre avuto un certo atteggiamento nelle partite disputate: dovremo essere pazienti, veloci nelle manovre, puliti tecnicamente e bravi nelle transizioni perché hanno qualità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400