Domenica 19 Maggio 2019 | 09:23

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

 
LecceIl giallo
Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

 
GdM.TVL'iniziativa
Bari, GVM accende la cupola di Santa Teresca dei Maschi

Bari, GVM accende la cupola di Santa Teresa dei Maschi

 
TarantoLungo i viali
Bologna, 30enne tarantina travolta da bus: rischia di perdere una gamba

Bologna, 30enne tarantina travolta da bus: rischia di perdere una gamba

 
Brindisinel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
PotenzaA ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

 
HomeLa visita del ministro
Bonisoli a Lecce e a Matera: «Nostro compito è evitare fuga ragazzi dal Sud

Bonisoli a Lecce e a Matera: «Nostro compito è evitare fuga ragazzi dal Sud»

 
HomeMagnitudo 2
Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

 

i più letti

Zarate: un anno fa pronto ad addio Lazio

(ANSA) - ROMA, 15 GEN - "L'anno scorso ero pronto a lasciare la Lazio. C'erano dissapori con Reja, e non avevo giocato tanto, perciò quando il mio agente mi chiese se volevo andar via, dissi di sì". Mauro Zarate confessa di essere stato davvero vicino a lasciare la Lazio l'estate scorsa, ma rivela che a giocare un ruolo decisivo per la sua per...
Zarate: un anno fa pronto ad addio Lazio
(ANSA) - ROMA, 15 GEN - "L'anno scorso ero pronto a lasciare la Lazio.
C'erano dissapori con Reja, e non avevo giocato tanto, perciò quando il mio agente mi chiese se volevo andar via, dissi di sì".
Mauro Zarate confessa di essere stato davvero vicino a lasciare la Lazio l'estate scorsa, ma rivela che a giocare un ruolo decisivo per la sua permanenza fu il presidente Lotito. Ora con Reja va meglio e la squadra anche.
"Il nostro obiettivo è di arrivare tra le prime 4.
Futuro? Mi piacerebbe giocare ancora in Premier".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400