Giovedì 16 Settembre 2021 | 14:24

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Danimarca vieta agli ergastolani di avere nuove relazioni

Danimarca vieta agli ergastolani di avere nuove relazioni

 
LONDRA
Gb: media, dopo rimpasto Johnson mira a voto anticipato nel 2023

Gb: media, dopo rimpasto Johnson mira a voto anticipato nel 2023

 
ROMA
Ecuador: Lasso nomina nuovi ministri Agricoltura e Welfare

Ecuador: Lasso nomina nuovi ministri Agricoltura e Welfare

 
MADRID
Spagna: allerta su isola di La Palma per attività vulcanica

Spagna: allerta su isola di La Palma per attività vulcanica

 
LONDRA
Johnson, alleanza con Usa-Australia pilastro strategico

Johnson, alleanza con Usa-Australia pilastro strategico

 
NEW DELHI
India: Delhi città più pericolosa per le donne nel 2020

India: Delhi città più pericolosa per le donne nel 2020

 
ROMA
Baradar, 'sto bene, nessun problema con gli Haqqani'

Baradar, 'sto bene, nessun problema con gli Haqqani'

 
MOSCA
Portavoce,'Putin in autoisolamento per almeno una settimana'

Portavoce,'Putin in autoisolamento per almeno una settimana'

 
PECHINO
Covid: in Cina vaccinate oltre 1 miliardo di persone

Covid: in Cina vaccinate oltre 1 miliardo di persone

 
MOSCA
Covid: Russia, record di 19.594 nuovi casi in 24 ore

Covid: Russia, record di 19.594 nuovi casi in 24 ore

 
PARIGI
Piogge e mare mosso nel sud della Francia, 9 vittime

Piogge e mare mosso nel sud della Francia, 9 vittime

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La sonda spaziale Cassini scopre due nuove lune del pianeta Saturno

La scoperta della sonda spaziale Cassini porta a 33 il numero delle lune conosciute del pianeta con gli anelli. Hanno un diametro di 3,2 e 4 chilometri e sono situate tra le orbite di Mimas e Enceladus, due lune di più grandi dimensioni
E sono 33! Attorno a Saturno, oltre alle 31 lune già conosciute, ve ne sono perlomeno altre due. Piccole, ma pur sempre lune.
Questi due piccoli sateliti naturali del «signore degli anelli» sono stati scoperti dagli strumenti della sonda euro-americana Cassini, collocata satabilmente attorno al pianeta dallo sorso 2 luglio.
Le due piccole lune orbitano tra le due già conosciute chiamate Mimas e Enceladus, ed hanno un diametro compreso tra i tre e i quattro chilometri.
Localizzate tra 194.000 e 211.000 chilometri dal centro di Saturno, queste due nuove lune sono state provvisoriamente chiamate S/2004 S1 e S/2004 S2, e il primo ad osservarle è stato Sebstian Charnoz, planetologo dell'Università di Parigi, che fa parte del team incaricato nel lavoro di ricerca delle immagini inviate a Terra.
Una delle due nuove lune era stata ripresa già da una singola immagine inviata a terra nel 1981 dalla sonda americana Voyager 2, e chiamata a suo tempo S/1981 S 14, ma non ancora «omologata» come una delle lune del ricco sistema saturniano. Le più piccole lune finora osservate attorno al pianeta degli anelli avevano un diametro di 20 chilometri, e questo indica anche la capacità osservativa degli strumenti della sonda che porta il nome dello scienziato di Perinaldo. Le due lune, secondo gli scienziati, si trovano in prossimità della fascia di anelli chiamata «Fascia F»: avevano però dimensioni più grosse in confronto ai frammenti di roccia che formano gli anelli, e questo ha portato ad osservazioni e studi ben più precisi che hanno portato a confermare le lune 32 e 33 di Saturno.
La sonda Cassini dunque, appena giunta attorno al sistema gravitazionale di Saturno inizia già a fornire importanti risultati.
Frutto della cooperazione tra Nasa, Esa europea e Asi italiana, la sonda reca «in grembo» una sonda più piccola battezzata Huyghens, destinata a scendere il prossimo mese di gennaio sulla luna più interessante e misteriosa di Saturno, cioé Titano, ed è una delle missioni interplanetarie più complesse e attese dagi astrononomi.
A bordo vi sono due esperimenti ai quali partecipa in modo rilevante l'Italia: uno è l'Hasi (Huyghens Atmospheric Structure Instrument), sviluppato da un team guidato dal professor Marcello Fulchignoni, dell'Esa, e l'altro è l'Ssp (Surface Science Package), che vede sempre Fulchignoni come co-responsabile.
La sonda, del peso di 5.584 chilogrammi (tra orbiter e modulo di discesa), con dodici strumenti scientifici a bordo più altri sei sul modulo Huyghens, era stata lanciata con successo il 15 ottobre 1997 dalla rampa 41 di Cape Canaveral in cima allo stadio Centaur di un razzo vettore Titan 4.
Dopo due fly-by (cioé un avvicinamento e conseguente fiondata gravitazionale di spinta - ndr) con Venere avvenuti il 26 aprile 1998 e il 24 giugno 1999, uno con la Terra il 18 agosto del 1999 e un altro con Giove il 30 dicembre 2000, Cassini si trova da un mese e mezzo attorno a Saturno.
In collaborazione con il Jet Propulsion Laboratory della Nasa, l'Agenzia Spaziale Italiana ha realizzato un sofisticato radar a microonde, chiamato Titan Radar Mapper, con il quale si realizzerà una mappatura della superficie di Titano, un convertitore per il sistema di trasmissione del dati ed infine, lo strumento scientifico Vims (Visible Infrared Mapping Spectrometer), che è un sofisticato spettrometro all'infrarosso.

Antonio Lo Campo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie