Sabato 25 Settembre 2021 | 08:52

NEWS DALLA SEZIONE

WASHINGTON
Liberati due canadesi in Cina dopo rilascio Lady Huawei

Liberati due canadesi in Cina dopo rilascio Lady Huawei

 
WASHINGTON
Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

 
WASHINGTON
Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

 
L'AVANA
Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

 
BOLOGNA
Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

 
ROMA
Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

 
GINEVRA
Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

 
NEW YORK
Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

 
ROMA
Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

 
NEW YORK
Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

 
WASHINGTON
Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Cina - Dirigente condannato a morte per furti

Il funzionario in dieci anni ha sottratto, sostituendoli con dei falsi, 259 preziosi manufatti che avrebbe dovuto custodire in un museo a Chengde. Dalla loro vendita ne avrebbe guadagnando più di 385mila dollari
PECHINO - Un funzionario cinese è stato condannato a morte per aver rubato 259 preziosi manufatti che avrebbe dovuto custodire in un' antico palazzo imperiale trasformato in museo a Chengde, nella provincia dell'Hebei (Cina settentrionale). Secondo l' agenzia d'nformazione «Nuova Cina» l'impiegato, che si chiama Li Haitao, avrebbe venduto i pezzi originali guadagnando più di 385mila dollari. Poi li avrebbe sostituiti con delle copie ben fatte. Tutti i furti sono avvenuti tra il 1992 ed il 2002, anni nei quali Li è stato direttore del Dipartimento per la protezione delle reliquie del museo.
Chengde è un' importante città turistica 150 chilometri a nordest di Pechino e fu per un breve periodo la residenza degli imperatori della dinastia dei Qing (1644-1911). Nel 1994 è stata introdotta dall' Unesco - l' agenzia delle Nazioni Unite per la Cultura - nella lista delle «eredità del mondo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie