Sabato 25 Settembre 2021 | 18:20

NEWS DALLA SEZIONE

ALGHERO
Puigdemont, torneremo ad Alghero da Repubblica libera

Puigdemont, torneremo ad Alghero da Repubblica libera

 
TUNISI
Tunisia: media, in piazza sostenitori del presidente Saied

Tunisia: media, in piazza sostenitori del presidente Saied

 
WASHINGTON
Usa 2020: riconteggio dei voti, beffa per Trump in Arizona

Usa 2020: riconteggio dei voti, beffa per Trump in Arizona

 
ROMA
Gb: crisi trasporti, verso visti temporanei a camionisti

Gb: crisi trasporti, verso visti temporanei a camionisti

 
ISOLA DI PALMA
Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

 
ALGHERO
Puigdemont, 'sto bene, ad Alghero sono come a casa'

Puigdemont, 'sto bene, ad Alghero sono come a casa'

 
TUNISI
Covid:da Gruppo San Donato altri 20mila lt ossigeno a Tunisi

Covid:da Gruppo San Donato altri 20mila lt ossigeno a Tunisi

 
PECHINO
Huawei: portavoce Cina, 'bentornata a casa Meng Wanzhou'

Huawei: portavoce Cina, 'bentornata a casa Meng Wanzhou'

 
ROMA
Afhanistan: Khan, aiuti umanitari o 90% sotto soglia povertà

Afhanistan: Khan, aiuti umanitari o 90% sotto soglia povertà

 
Islanda oggi al voto, maggioranza guidata dai verdi rischia

Islanda oggi al voto, maggioranza guidata dai verdi rischia

 
WASHINGTON
Liberati due canadesi in Cina dopo rilascio Lady Huawei

Liberati due canadesi in Cina dopo rilascio Lady Huawei

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Stop all'estrazione di greggio in Iraq. Infuria la rivolta sciita. Liberati 3 ostaggi

Gli oleodotti del Sud resteranno fermi per motivi di sicurezza. Liberati un ostagggio siriano e due giordani. S'infiamma la rivolta sciita
Stop estrazione di greggio in Iraq IRAQ - Gli oleodotti dell'Iraq meridionale resteranno fermi fino a quando non saranno rientrate le minacce profferite dalla milizia del leader estremista sciita Moqtada Sadr. Lo ha detto un funzionario petrolifero iracheno.
«L'estrazione nei giacimenti meridionali per riempire i serbatoi a Bassora è stata fermata oggi dopo minacce fatte da al Sadr», ha detto il funzionario. L'estrazione «resterà ferma fino a quando le minacce non saranno cessate», ha aggiunto.
La fonte ha detto che miliziani dell'Esercito del Mahdi, di Moqtada Sadr, hanno minacciato di sabotare la produzione della compagnia statale Southern Oil Company, che ha sede a Bassora.
Il funzionario ha detto che il greggio immagazzinato nel terminal sul Golfo a Bassora è sufficiente a garantire le esportazioni per due giorni.
L'Iraq finora esportava 1,9 milioni di barili al giorno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie