Giovedì 16 Settembre 2021 | 20:56

NEWS DALLA SEZIONE

COPENAGHEN
Isole Faroe pronte a rivedere caccia ai delfini dopo le proteste

Isole Faroe pronte a rivedere caccia ai delfini dopo le proteste

 
Greece reports big drop in migration numbers

Greece reports big drop in migration numbers

 
ROMA
Afghanistan: prima riunione di governo dei Talebani

Afghanistan: prima riunione di governo dei Talebani

 
Libano:esplosione Beirut, mandato di arresto per ex ministro

Libano:esplosione Beirut, mandato di arresto per ex ministro

 
MADRID
Vaccini: Spagna, ok a terza dose per ospiti centri anziani

Vaccini: Spagna, ok a terza dose per ospiti centri anziani

 
BOLZANO
Austria,stop sussidi a chi rifiuta posto per obbligo vaccini

Austria,stop sussidi a chi rifiuta posto per obbligo vaccini

 
BOLOGNA
Zaki: la sagoma di Patrick alla laurea del suo master

Zaki: la sagoma di Patrick alla laurea del suo master

 
ROMA
Danimarca vieta agli ergastolani di avere nuove relazioni

Danimarca vieta agli ergastolani di avere nuove relazioni

 
LONDRA
Gb: media, dopo rimpasto Johnson mira a voto anticipato nel 2023

Gb: media, dopo rimpasto Johnson mira a voto anticipato nel 2023

 
ROMA
Ecuador: Lasso nomina nuovi ministri Agricoltura e Welfare

Ecuador: Lasso nomina nuovi ministri Agricoltura e Welfare

 
MADRID
Spagna: allerta su isola di La Palma per attività vulcanica

Spagna: allerta su isola di La Palma per attività vulcanica

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Iraq - Tregua a Nassiriya

Scontri nella notte tra i miliziani sciiti e i militari italiani: quattro civili morti. Bombardamenti Usa a Najaf, dove c'è battaglia. Due civili morti a Samarra
ROMA - Dopo una breve tregua sono ripresi anche nella notte gli scontri a Nassiriya tra i miliziani sciiti e i militari italiani, in supporto alla polizia locale.
Attualmente, comunque, a quanto fa sapere il comando del contingente nazionale non si spara più. Sono in corso ulteriori tentativi di mediazione, la tensione resta alta.
Il bilancio degli scontri avvenuti nella notte fra giovedì e venerdì tra miliziani sciiti e soldati italiani è di quattro civili uccisi. Lo ha affermato il capo del distaccamento di polizia presso l'ospedale generale della cittadina dell'Iraq meridionale, Amar Ali. Un altro poliziotto dello stesso reparto, il sottotenente Radi Mohammed, ha indicato che fra i feriti figurano anche due clienti dell'hotel Al-Janoub, situato nel centro di Nassiriya, che è stato centrato da un proiettile di mortaio.
Durante i violenti scontri a fuoco della notte scorsa nella zona nord, provocati dai seguaci di Moqtada al Sadr, gli uomini del contingente italiano sono intervenuti in supporto alla polizia locale. Secondo Amar Ali un'ambulanza e diversi altri veicoli dell'ospedale sono stati distrutti e un commissariato di polizia è stato attaccato.

Intanto, l'aviazione americana ha effettuato una serie di intensi bombardamenti questa mattina su Najaf, la città santa irachena. Gli americani hanno preso di mira con missili il cimitero dove sono asserragliate le milizie del leader radicale sciita Moqtada Sadr - ha constatato un reporter dell'Afp. Alcuni carri armati americani si stanno dirigendo verso il centro di Najaf, che è presidiato da gruppi di miliziani di Moqtada Sadr. Contro i mezzi cingolati, che si stanno muovendo da piazza della Rivoluzione del 1920 verso piazza al-Midane - ai margini del centro città - i miliziani hanno cominciato a sparare, mentre gli aerei Usa continuano a bersagliare la zona del cimitero.
I miliziani di Sadr sono presenti in tutte le strade del centro città, mentre gli abitanti sono chiusi in casa e sono visibili colonne di fumo nero. Najaf, 100 km a sud di Baghdad, è priva di elettricità e di acqua e le linee telefoniche sono interrotte. Ieri durante una serie di scontri sono rimaste uccise una quindicina di persone, un elicottero Usa è stato abbattuto e un minareto - secondo i miliziani - è stato danneggiato dai bombardamenti.

Due civili morti e 13 persone ferite sono il bilancio degli scontri, seguiti da bombardamenti, avvenuti ieri sera a Samarra, 125 km a nord di Baghdad, tra forze americane e insorti annidati nella città. Lo hanno riferito oggi fonti ospedaliere. Tra i feriti vi sono tre bambini e due donne. Prima dell'alba le forze americane hanno abbandonato le loro postazioni intorno alla città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie