Venerdì 17 Settembre 2021 | 18:00

NEWS DALLA SEZIONE

BRUXELLES
Amal Clooney nominata consigliere procuratore Cpi sul Sudan

Amal Clooney nominata consigliere procuratore Cpi sul Sudan

 
LONDRA
Epstein: principe Andrea verso ricorso contro notifica causa Usa

Epstein: principe Andrea verso ricorso contro notifica causa Usa

 
NEW DELHI
India: Nia lancia allarme Isis, sventati 40 tentati attacchi

India: Nia lancia allarme Isis, sventati 40 tentati attacchi

 
MOSCA
Russia: Cremlino, Putin ha espresso il suo voto online

Russia: Cremlino, Putin ha espresso il suo voto online

 
NEW YORK
Afghanistan: Onu estende mandato missione Unama per 6 mesi

Afghanistan: Onu estende mandato missione Unama per 6 mesi

 
FIRENZE
Qu Dongyu (Fao), chiesto aiuto oltre 1 mld per Afghanistan

Qu Dongyu (Fao), chiesto aiuto oltre 1 mld per Afghanistan

 
L'AVANA
Cuba, al via vaccinazione dei bambini dai 2 anni

Cuba, al via vaccinazione dei bambini dai 2 anni

 
WASHINGTON
Biden, rapporto Onu su clima e' codice rosso per umanita'

Biden, rapporto Onu su clima e' codice rosso per umanita'

 
LONDRA
Covid: calano casi Gb malgrado riaperture, ma balzo in scuole

Covid: calano casi Gb malgrado riaperture, ma balzo in scuole

 
RAWALPINDI
Allerta sicurezza,N. Zelanda cancella match cricket Pakistan

Allerta sicurezza,N. Zelanda cancella match cricket Pakistan

 
ROMA
Di Maio da lunedì a NY per Assemblea generale Onu

Di Maio da lunedì a NY per Assemblea generale Onu

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Bangladesh inondato: chiede aiuti per 25mila persone

Due terzi del Paese sono stati colpiti dal maltempo che ha già spazzato via le riserve familiari di cibo e distrutto completamente ogni altra fonte di nutrimento e reddito. I morti sono più di 600. L'Unicef ha lanciato un appello umanitario per una raccolta di fondi
DACCA - Il Bangladesh è sommerso dall'acqua e chiede aiuto per 25 milioni di persone rimaste senza tetto né cibo. Due terzi del paese sono stati inondati e il maltempo continua a minacciare Dacca, la capitale. I morti sono stati più di 600, trenta milioni di persone sono state danneggiate dalla catastrofe e circa tre milioni di cittadini hanno dovuto lasciare le proprie case.
Secondo una stima effettuata dal Programma alimentare mondiale (Pam), i danni ammontano a circa 7 miliardi di dollari. Il Bangladesh necessita di importanti aiuti per la ricostruzione e la riabilitazione del paese. «Le inondazioni hanno spazzato via le riserve familiari di cibo e distrutto completamente ogni altra fonte di nutrimento e reddito. Allevamenti di pesci annientati, pollame annegato, foraggio inutilizzabile per il bestiame», dice il Pam. E il prossimo raccolto di riso avverrà solo tra cinque mesi.
Il ministro dell'Alimentazione e della Gestione delle Catastrofi Naturali, Chowdhury Kamal Ibne Yousuf, ha precisato che ci sono 25 milioni di persone senza cibo, che dovranno necessariamente beneficiare del programma di aiuti umanitari del governo.
L'Unicef ha lanciato un appello umanitario per una raccolta di fondi a sostegno della popolazione in difficoltà.
«Occorre un'immediata disponibilità di fondi - afferma l'Unicef - per inviare milioni di compresse che rendano l'acqua potabile, scorte di medicinali contro le malattie esplose nella zona e generi alimentari per l'infanzia».
Un bilancio più grave si era registrato in Bangladesh solo nel 1998, quando rimasero uccise per le inondazioni più di 700 persone.
L'organizzazione meteorologica mondiale (Omm) dell'Onu, con sede a Ginevra, ha citato oggi, tra i paesi più colpiti dal maltempo, quelli del subcontinente indiano, il Bangladesh, l'India e il Nepal. Il monsone non ha risparmiato inoltre la Cina, la Corea del Nord, la Corea del Sud, il Giappone, le Filippine e il Vietnam.
In India le piogge monsoniche e i fiumi straripati hanno già causato circa 770 morti, danneggiando 700 mila abitazioni e colpendo più di 33 milioni di abitanti. Il livello di molti dei fiumi più importanti del paese potrebbe ancora crescere.
In Nepal sono stati registrati milioni di senzatetto e danni considerevoli nell'est e nel centro del paese. L'Omm citando il ministero dell'Interno nepalese ricorda che 113 persone sono morte il 29 luglio per colpa del maltempo.
In Cina le piogge torrenziali hanno imperversato per due mesi sulla quasi totalità del territorio. Colpite anche le città di Pechino e Shanghai, anche se le devastazioni più gravi normalmente interessano maggiormente le zone rurali. Da 400 a 600 millimetri di pioggia sono caduti nelle regioni del centro-sud, cioè dal 20 al 30 % in più dei valori medi.
In Giappone, alcune prefetture hanno segnalato da 300 a 400 millimetri di piogge. Ventuno persone sono morte o disperse e più di 28 mila abitazioni sono state danneggiate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie