Martedì 28 Settembre 2021 | 03:56

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK
Mali: primo ministro, le elezioni potrebbero essere rinviate

Mali: primo ministro, le elezioni potrebbero essere rinviate

 
MADRID
Covid: Spagna, oggi la terza dose per la prima vaccinata

Covid: Spagna, oggi la terza dose per la prima vaccinata

 
WASHINGTON
Usa: l'attentatore di Reagan sarà completamente rilasciato

Usa: l'attentatore di Reagan sarà completamente rilasciato

 
ROMA
Clima: Erdogan, la Turchia ratificherà l'Accordo di Parigi

Clima: Erdogan, la Turchia ratificherà l'Accordo di Parigi

 
PARIGI
Macron e Tedros inaugurano l'accademia dell'Oms a Lione

Macron e Tedros inaugurano l'accademia dell'Oms a Lione

 
TEL AVIV
Covid: principe ereditario Giordania positivo, sintomi lievi

Covid: principe ereditario Giordania positivo, sintomi lievi

 
NEW YORK
Fbi, omicidi aumentati del 30% nel 2020 negli Usa

Fbi, omicidi aumentati del 30% nel 2020 negli Usa

 
NEW YORK
Bennett, su nucleare Iran ha superato tutte le linee rosse

Bennett, su nucleare Iran ha superato tutte le linee rosse

 
WASHINGTON
'La Cia voleva rapire e assassinare Assange'

'La Cia voleva rapire e assassinare Assange'

 
ROMA
Afghanistan: i Talebani vietano il taglio delle barbe

Afghanistan: i Talebani vietano il taglio delle barbe

 
MADRID
Migranti: ancora sbarchi nel sud della Spagna

Migranti: ancora sbarchi nel sud della Spagna

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Medio Oriente - Violenze a tutto campo nei Territori

A nord di Gaza uccisi dagli israeliani tre palestinesi che probabilmente stavano per compiere un attentato. Gli stessi arabi compiono esecuzioni fra loro: con due bombe a mano in una prigione eliminate presunte spie degli ebrei; un detenuto, ferito, è stato finito a colpi di pistola in ospedale. Arafat ancora in difficoltà
GERUSALEMME - Anche oggi giornata di violenze a tutto campo nei Territori con israeliani che uccidono palestinesi e palestinesi che uccidono connazionali nel quadro di uno spietato regolamento di conti, mentre non accenna a scemare l'aspra polemica tra i sostenitori del presidente palestinese Yasser Arafat ed i suoi avversari.
La cronaca della giornata ha registrato oggi l'uccisione di tre palestinesi che in apparenza si accingevano a compiere un attentato contro l'insediamento ebraico di Elei Sinai, nel nord della striscia di Gaza. Fonti militari hanno detto che sono stati uccisi la scorsa notte dal fuoco dei soldati di guardia mentre si stavano avvicinando alla barriera di protezione della colonia.
Fonti palestinesi hanno detto che le ambulanze hanno dovuto attendere molte ore prima di ottenere il permesso di raccogliere i cadaveri. La loro uccisione è stata confermata con un comunicato congiunto dalle Brigate dei Martiri di Al Aqsa, gruppi armati legati a Al Fatah, e dalle Brigate Al Quds, braccio armato della Jihad Islamica.
Di prima mattina, un razzo sparato dalla Striscia, ha colpito un appartamento nella vicina città israeliana di Sderot causando gravi danni e molto panico.
Senza misericordia pure la ferocia tra palestinesi.
Due bombe a mano, secondo versioni palestinesi non sempre coincidenti, sono state lanciate dentro la prigione di Gaza City contro un gruppo di circa nove presunti collaborazionisti palestinesi di Israele. A lanciarle è stata una persona in uniforme di poliziotto palestinese. Altre fonti hanno detto che è stato un gruppo di armati che ha fatto irruzione nel carcere.
Dei nove detenuti, uno, Musa Awda, di 30 anni, è morto per le ferite subito poco tempo dopo.
Un altro, Mohammed Sharif, di 45 anni, è stato ucciso a colpi di arma automatica da alcuni armati entrati nell'ospedale locale dove era stato ricoverato in seguito alle ferite subite. Sharif, secondo le fonti locali, avrebbe fornito ai servizi israeliani le informazioni necessarie per uccidere nel 1995 a Gaza Mahmud Al Hawaja, un capo della Jihad Islamica.
Stessa fine ha fatto pure Walid Hamdiya, ucciso da armati mentre giaceva in un letto dell'ospedale. Anche lui era accusato di complicità nell'uccisione per mano di Israele di uno dei capi della Jihad.
In Cisgiordania, l'esercito israeliano è entrato nel primo pomeriggio a Betlemme dove ha cominciato perquisizioni in seguito a informazioni che un attentatore suicida si stava preparando a uscire dalla città per infiltrarsi in Israele. A Tulkarem quattro membri di Hamas sono stati catturati dai soldati.
Secondo la radio statale israeliana l'esercito ha introdotto in alcuni posti di blocco, a titolo sperimentale, nuovi sofisticati strumenti in grado di «fiutare» e di avvertire la presenza di esplosivi. Tracce di materiale esplosivo, secondo l'emittente, sono state rilevate all'interno di un'ambulanza palestinese il cui autista è stato arrestato.
Resta intanto sempre caratterizzato da toni verbali molti aspri lo scontro tra i sostenitori del presidente palestinese Yasser Arafat e i suoi avversari. Rispondendo agli attacchi rivolti all'anziano Rais a mezzo stampa da Mohammed Dahlan, un consigliere di Arafat, Imad Shaqur, ha accusato l'ex-capo del servizio di sicurezza preventiva a Gaza di aggravare la crisi in seno all'Autorità nazionale palestinese (Anp).
Shaqur, in un'intervista al quotidiano dell'Unione degli Emirati Arabi, El-Halij, ha accusato Dahlan «di infiammare la situazione allo scopo di ottenere un incarico ben pagato. Tutte le sue accuse di corruzione (nell'Anp) sono infami poiché egli è il primo a essere accusato di corruzione».
In Israele, infine, fonti del ministero della difesa hanno confermato notizie stampa secondo le quali due mesi fa il premier Ariel Sharon ha dato in segreto l'autorizzazione ad ampliare l'insediamento urbano di Maalè Adumim, a est di Gerusalemme, con la costruzione di 600 nuovi appartamenti. L'intento è di rafforzare la presenza di Israele in aree alle quali questo non vuole rinunciare in nessun caso.
Giorgio Raccah

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie