Lunedì 27 Settembre 2021 | 21:12

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK
Mali: primo ministro, le elezioni potrebbero essere rinviate

Mali: primo ministro, le elezioni potrebbero essere rinviate

 
MADRID
Covid: Spagna, oggi la terza dose per la prima vaccinata

Covid: Spagna, oggi la terza dose per la prima vaccinata

 
WASHINGTON
Usa: l'attentatore di Reagan sarà completamente rilasciato

Usa: l'attentatore di Reagan sarà completamente rilasciato

 
ROMA
Clima: Erdogan, la Turchia ratificherà l'Accordo di Parigi

Clima: Erdogan, la Turchia ratificherà l'Accordo di Parigi

 
PARIGI
Macron e Tedros inaugurano l'accademia dell'Oms a Lione

Macron e Tedros inaugurano l'accademia dell'Oms a Lione

 
TEL AVIV
Covid: principe ereditario Giordania positivo, sintomi lievi

Covid: principe ereditario Giordania positivo, sintomi lievi

 
NEW YORK
Fbi, omicidi aumentati del 30% nel 2020 negli Usa

Fbi, omicidi aumentati del 30% nel 2020 negli Usa

 
NEW YORK
Bennett, su nucleare Iran ha superato tutte le linee rosse

Bennett, su nucleare Iran ha superato tutte le linee rosse

 
WASHINGTON
'La Cia voleva rapire e assassinare Assange'

'La Cia voleva rapire e assassinare Assange'

 
ROMA
Afghanistan: i Talebani vietano il taglio delle barbe

Afghanistan: i Talebani vietano il taglio delle barbe

 
MADRID
Migranti: ancora sbarchi nel sud della Spagna

Migranti: ancora sbarchi nel sud della Spagna

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

«Gli attentati alle chiese crimini terribili»

La condanna del grande ayatollah Ali Sistani, massima autorità religiosa sciita irachena, sugli attacchi suicidi contro cinque chiese cristiane ieri a Baghdad e Mossul, «una campagna criminale contro l'unità, la stabilità e l'indipendenza dell'Iraq». «Dovremmo lavorare tutti insieme - ha aggiunto il religioso - governo e popolo, per far cessare gli attacchi contro gli iracheni» • L'Italia realizzerà strade, potabilizzatori e corsi di formazione
Ayatollah Sistani NAJAF (IRAQ) - La massima autorità religiosa sciita irachena, il grande ayatollah Ali Sistani, ha definito oggi «crimini terribili» gli attentati contro cinque chiese a Baghdad e Mossul, che hanno fatto ieri almeno dieci morti e una cinquantina di feriti.
«Noi denunciamo e condanniamo questi crimini terribili e riteniamo che sia necessario unificare i nostri sforzi. Dovremmo lavorare tutti insieme, governo e popolo, per far cessare gli attacchi contro gli iracheni», ha detto il religioso in un comunicato diramato dal suo ufficio a Najaf.
L'ayatollah ha anche sottolineato «la necessità di rispettare i diritti dei cristiani in Iraq e quelli delle altre religioni, cosi come il loro diritto a vivere in casa loro, in Iraq, in pace». L'ayatollah Sistani ha inoltre condannato questi attentati contro le chiese come «una campagna criminale contro l'unità, la stabilità e l'indipendenza dell'Iraq», sottolineando che «hanno fatto varie vittime innocenti e danneggiato numerosi beni pubblici e privati».
Ieri il patriarca caldeo, capo della maggiore comunità cristiana in Iraq, Monsignor Emmanuel Dally, aveva esortato all'unione cristiani e musulmani del Paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie