Sabato 25 Settembre 2021 | 21:31

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK
Harry e Meghan all'Onu, incontro con Guterres

Harry e Meghan all'Onu, incontro con Guterres

 
PARIGI
Francia: presidenziali, niente primarie per i Républicains

Francia: presidenziali, niente primarie per i Républicains

 
ALGHERO
Puigdemont, torneremo ad Alghero da Repubblica libera

Puigdemont, torneremo ad Alghero da Repubblica libera

 
TUNISI
Tunisia: media, in piazza sostenitori del presidente Saied

Tunisia: media, in piazza sostenitori del presidente Saied

 
WASHINGTON
Usa 2020: riconteggio dei voti, beffa per Trump in Arizona

Usa 2020: riconteggio dei voti, beffa per Trump in Arizona

 
ROMA
Gb: crisi trasporti, verso visti temporanei a camionisti

Gb: crisi trasporti, verso visti temporanei a camionisti

 
ISOLA DI PALMA
Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

 
ALGHERO
Puigdemont, 'sto bene, ad Alghero sono come a casa'

Puigdemont, 'sto bene, ad Alghero sono come a casa'

 
TUNISI
Covid:da Gruppo San Donato altri 20mila lt ossigeno a Tunisi

Covid:da Gruppo San Donato altri 20mila lt ossigeno a Tunisi

 
PECHINO
Huawei: portavoce Cina, 'bentornata a casa Meng Wanzhou'

Huawei: portavoce Cina, 'bentornata a casa Meng Wanzhou'

 
ROMA
Afhanistan: Khan, aiuti umanitari o 90% sotto soglia povertà

Afhanistan: Khan, aiuti umanitari o 90% sotto soglia povertà

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Iraq - Baquba, autobomba fa strage

Destinato a salire il numero delle vittime dell'attentato suicida; al momento 68, ed almeno 40 i feriti. La bomba era contenuta in un minibus. L'esplosione è avvenuta davanti alla stazione di polizia, dove c'è anche un mercato. Il primario di medicina legale dell'ospedale del luogo: l'obitorio è troppo piccolo per contenere i corpi che continuano ad essere trasportati
• Baquba, la «città degli aranci»
BAGHDAD - Il numero delle vittime provocate dall'esplosione dell'autobomba guidata da un kamikaze a Baquba è salito a 68. Lo hanno detto fonti del ministero della Sanità a Baghdad. L'autobomba è esplosa questa mattina nella città irachena di Baquba provocando una carneficina, obiettivo dell'attentato, ancora una volta, una stazione di polizia, dove decine di persone erano in fila in attesa di essere registrate per il reclutamento. L'esplosione, potentissima, innescata da un kamikaze, ha però falciato anche degli avventori in un vicino mercato e tutti i passeggeri di un minibus, una ventina, che si trovava a passare proprio in quel momento. La distruzione causata dalla deflagrazione è spaventosa. L'onda d'urto ha investito anche case e abitazioni per un raggio molto vasto. Sulla strada sono rimasti decine di corpi carbonizzati e fatti a pezzi, oltre a decine di feriti. Subito si è radunata molta gente per portare soccorso, per caricare i feriti su qualsiasi mezzo di fortuna e condurli negli ospedali, ma anche curiosi o persone in cerca dei propri cari. La polizia è stata costretta a sparare in aria, per disperdere la folla che si andava radunando.
A Baghdad, il ministero della sanità ha riferito in tarda mattinata che il bilancio è di 51 morti e di 40 feriti, mentre le fonti ospedaliere di Baquba hanno riferito che «l'obitorio, si è rivelato troppo piccolo per contenere» tutti i cadaveri. Molti corpi sono stati fatti a pezzi dalla deflagrazione e la gente si è subito impegnata a raccogliere i brandelli, per seppellirli.
Baquba sorge ad una sessantina di chilometri a Nord di Baghdad, nel cosiddetto 'triangolo sunnità, ma è abitata anche da sciiti. Già in passato è stata teatro di sanguinosi attentati, in alcuni casi rivendicati dal gruppo che fa capo a Abu Musab Zarqawi, il giordano che secondo le autorità americane è il luogotenente di Osama bin Laden in Iraq. Frattanto, le forze di sicurezza irachene sono entrate nel mirino della guerriglia anche a Suwaira, una cittadina sul Tigri ad 80 chilometri a Sud della capitale. Cinque agenti sono stati uccisi e altri 48 feriti in una sparatoria con un numero imprecisato di uomini armati.
In questa atmosfera - un razzo ha colpito poco fa Haifa Street, affollata strada di Baghdad, ferendo diverse persone - si sta preparando la grande Conferenza Nazionale che sabato riunirà nella capitale mille delegati incaricati di creare un organismo di un centinaio di membri che si chiamerà Consiglio nazionale ad interim e avrà, in particolare, funzione di controllo sulle attività di carattere amministrativo dell'esecutivo. Con una maggioranza di due terzi, il Consiglio potrà anche mettere il veto alle decisioni del governo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie