Sabato 18 Settembre 2021 | 22:26

NEWS DALLA SEZIONE

WASHINGTON
Nyt, negoziati su sottomarini nascosti per mesi a Parigi

Nyt, negoziati su sottomarini nascosti per mesi a Parigi

 
WASHINGTON
Alta tensione a Washington, raduno destra a Capitol Hill

Alta tensione a Washington, raduno destra a Capitol Hill

 
TEHERAN
Iran: Khamenei, atleti non stringano la mano agli israeliani

Iran: Khamenei, atleti non stringano la mano agli israeliani

 
PARIGI
Covid: Francia, decimo sabato di cortei anti-green pass

Covid: Francia, decimo sabato di cortei anti-green pass

 
BUDAPEST
Ungheria: al via le primarie dell'opposizione per sfidare Orban

Ungheria: al via le primarie dell'opposizione per sfidare Orban

 
NEW YORK
Usa: ragazza scomparsa, sparito anche il fidanzato

Usa: ragazza scomparsa, sparito anche il fidanzato

 
JALALABAD
Afghanistan: diversi attentati a Jalalabad, almeno 2 morti

Afghanistan: diversi attentati a Jalalabad, almeno 2 morti

 
Macedonia Nord: a Tetovo proteste dopo strage ospedale

Macedonia Nord: a Tetovo proteste dopo strage ospedale

 
ROMA
Scontri tra polizia e manifestanti anti-lockdown a Melbourne

Scontri tra polizia e manifestanti anti-lockdown a Melbourne

 
PARIGI
Conclusa messa in sicurezza di Notre Dame, via al restauro

Conclusa messa in sicurezza di Notre Dame, via al restauro

 
CITTÀ DEL MESSICO
Venezuela:Maduro in Messico,prima volta estero da taglia Usa

Venezuela:Maduro in Messico,prima volta estero da taglia Usa

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Attacchi contro gli Usa a Mosul e Bassora

Camion-bomba salta in aria a Mosul, davanti a una base americana; oltre il kamikaze morta una donna con il figlio, ed un soldato iracheno. A Bassora crivellate di colpi due donne irachene, e due uomini feriti, sull'auto che li conduceva a lavorare all'aeroporto per le forze di occupazione
• Nuove minacce sul web contro l'Italia
•Prorogato l'ultimatum per 7 ostaggi
•Al Jazira mostra video pakistani e iracheno
BAGHDAD - Un camion bomba è esploso questa mattina davanti a una base militare Usa a Mossul, nel Nord dell'Iraq, uccidendo una donna irachena, suo figlio e un soldato iracheno, oltre all'attentatore suicida, e ferendo almeno altre sei persone, fra cui tre soldati americani. Allo stesso tempo, la crisi degli ostaggi ha segnato nuovi sviluppi, con un rinvio dell'ultimatum da parte dei rapitori dei sette camionisti stranieri e con un video che dimostra il sequestro di due pachistani e un iracheno.
Il camion bomba è esploso a una cinquantina di metri dal cancello di ingresso della base americana situata nell'aeroporto di Mossul. L'attentato avrebbe potuto essere molto più devastante: il camion infatti - hanno reso noto i militari americani - era carico di proiettili di mortaio, che per fortuna non sono esplosi. Una autobomba è esplosa stamani anche a Baghdad, in prossimità di un ponte sul Tigri, fortunatamente senza fare nè vittime nè feriti. Nella capitale, inoltre, un proiettile di mortaio è stato sparato verso il ministero per l'Educazione superiore, senza ferire nessuno, ed un altro è caduto su una strada, anche in questo caso causando solo lievi danni materiali.
Intanto, le Bandiere Nere, il gruppo islamico che detiene tre indiani, tre keniani e un egiziano, tutti camionisti per una società kuwaitiana, ha diffuso un nuovo video in cui annuncia di aver rinviato l'ultimatum per consentire trattative. La scadenza dell'ultimatum, accompagnata alla minaccia di decapitare un ostaggio ogni 72 ore, era inizialmente prevista per oggi. Nel nuovo video si vedono tre militanti armati e incappucciati e si ribadisce la richiesta alla compagnia kuwaitiana, la Gulf Link Transport, di lasciare l'Iraq.
Sempre sul fronte degli ostaggi, la televisione satellitare qatariota al Jazira ha mostrato i documenti di identità e una registrazione video di due pachistani e un iracheno che erano scomparsi venerdì scorso. «Abbiamo indagato sui pachistani e abbiamo emesso una condanna a morte sulla base di solide prove (contro di loro)», ha affermato il gruppo che li detiene, che si è autodifinito Esercito islamico in Iraq.
Nel filmato si vedono i due pachistani e un iracheno che parlano, ma non si riesce ad udire la loro voce. Il video mostra anche una foto ricordo dei due pachistani ritratti insieme al generale americano Mark Kimmit, l'ex vice comandante delle operazioni militari Usa in Iraq.
A Bassora, nel Sud del Paese, due donne sono state uccise e altre due sono state ferite a colpi di arma da fuoco mentre questa mattina presto aspettavano l'autobus - ha raccontato una delle sopravvissute - per recarsi a fare le pulizie negli uffici di una società americana, la Bechtel.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie