Venerdì 17 Settembre 2021 | 18:40

NEWS DALLA SEZIONE

IL CAIRO
Egitto: Sisi, presto un grande carcere in stile americano

Egitto: Sisi, presto un grande carcere in stile americano

 
BERLINO
Germania: a 9 giorni dal voto Spd ancora in testa al 25%

Germania: a 9 giorni dal voto Spd ancora in testa al 25%

 
BRUXELLES
Amal Clooney nominata consigliere procuratore Cpi sul Sudan

Amal Clooney nominata consigliere procuratore Cpi sul Sudan

 
LONDRA
Epstein: principe Andrea verso ricorso contro notifica causa Usa

Epstein: principe Andrea verso ricorso contro notifica causa Usa

 
NEW DELHI
India: Nia lancia allarme Isis, sventati 40 tentati attacchi

India: Nia lancia allarme Isis, sventati 40 tentati attacchi

 
MOSCA
Russia: Cremlino, Putin ha espresso il suo voto online

Russia: Cremlino, Putin ha espresso il suo voto online

 
NEW YORK
Afghanistan: Onu estende mandato missione Unama per 6 mesi

Afghanistan: Onu estende mandato missione Unama per 6 mesi

 
FIRENZE
Qu Dongyu (Fao), chiesto aiuto oltre 1 mld per Afghanistan

Qu Dongyu (Fao), chiesto aiuto oltre 1 mld per Afghanistan

 
L'AVANA
Cuba, al via vaccinazione dei bambini dai 2 anni

Cuba, al via vaccinazione dei bambini dai 2 anni

 
WASHINGTON
Biden, rapporto Onu su clima e' codice rosso per umanita'

Biden, rapporto Onu su clima e' codice rosso per umanita'

 
LONDRA
Covid: calano casi Gb malgrado riaperture, ma balzo in scuole

Covid: calano casi Gb malgrado riaperture, ma balzo in scuole

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Cile - Squilibrato sgozza sacerdote italiano

Padre Gazziero, che aveva 69 anni, apparteneva all'ordine dei Padri Servi di Maria è stato colpito con un coltello, con incisa una croce capovolta, al grido «Per Satana», subito dopo aver celebrato l'Eucarestia
SANTIAGO DEL CILE - Pomeriggio di terrore, ieri, nella Cattedrale di Santiago. Un giovane, vestito di nero, sgusciato dall'ombra subito dopo che il sacerdote Faustino M. Gazziero Di Stefani, di 69 anni ed originario di Lozzo Atestino (Padova), aveva finito la messa, mentre questi si avviava verso la sacrestia con il calice in mano, ha più volte infierito su di lui con un coltello, con incisa una croce capovolta, gridando ripetutamente «Per Satana», «Sono Satana».
Le sue grida e le urla di dolore del sacerdote sono rimbombate nella Cattedrale attraverso i microfoni ancora aperti. Ai primi fedeli accorsi si è presentata una scena agghiacciante: don Faustino a terra rantolante ed il giovane sopra di lui che, sghignazzando, si stava cospargendo il volto con il sangue del sacerdote. Il ragazzo, poi identificato come Rodrigo Oria di 25 anni, ha tentato di fuggire. «Ma un signore l'ha bloccato - ha raccontato un testimone - e, a questo punto, urlando 'è magia nera', ha cominciato a colpirsi a sua volta con il coltello al collo e al volto».
Don Faustino è deceduto pochi minuti dopo. Il giovane, portato dalla polizia in un vicino ospedale, è stato salvato dopo un lungo intervento chirurgico.
Il primo assassinio avvenuto nella storia del Cile nella Cattedrale ha costernato tutti: autorità ecclesiastiche, politiche e l'intera popolazione. Oggi, mentre il sacerdote italiano è stato ricordato in tutte le messe celebrate nel paese, compreso quella celebrata nella Cattedrale dal cardinale Francisco Javier Errazuriz, il vescovo ausiliare di Santiago, mons. Cristian Contreras, lo ha definito «un martire».
Don Faustino era giunto in Cile nel 1961 subito dopo essere stato ordinato sacerdote. Appartenente all'ordine dei Servi di Maria, si era sempre impegnato nel settore della docenza. A Coyhaique, capoluogo della provincia di Aysen, nel sud del paese, dove è approdato per la prima volta, è stato per molti anni professore di francese in un liceo, fondandovi anche un Focolare della gioventù. Trasferitosi poi a Santiago, grazie alla sua fama di studioso e all'ottimo rapporto con i giovani, è diventato presidente della Fondazione educativa Santa Teresita, a cui fanno capo quattro istituti scolastici.
Più di tutti, la sua incredibile morte ha colpito Don Aldo Bernardi, giunto insieme a lui in Cile dal Veneto. «Siamo stati amici fin dai tempi del seminario - ha raccontato il sacerdote - e, dal 1961, ci siamo occupati insieme della diocesi di Aysen».
Di tale provincia, come hanno accertato gli inquirenti, è appunto originario l'assassino di don Faustino. Rodrigo Oria ha infatti sempre vissuto a Coyhaique, prima di trasferirsi a Santiago l'1 luglio scorso. Insomma, si presume che abbia conosciuto il sacerdote e che abbia premeditato il delitto. I suoi genitori adottivi, infatti, già ieri sera si sono precipitati dalla polizia di Coyaique per far sapere che presumono che fosse legato ad una setta satanica della zona chiamata «Los negros», i negri. In effetti, nella stanza che aveva affittato nel centro di Santiago, la polizia ha trovato croci capovolte, corna di montone e lenzuola nere.
D'altra parte, anche i vicini di casa di Coyaique, pur definendolo «un ragazzo normale ma taciturno ed introverso», ricordano che vestiva sempre di nero, con al collo crocefissi capovolti e ai piedi scarponi militari, e che due anni fa era stato arrestato per aver profanato una chiesa locale distruggendo vetri, calici ed altri oggetti sacri.
In proposito, recentemente, il sociologo Humberto Lagos, un consulente del governo, ha assicurato che in Cile operano «almeno 400 sette, un'ottantina delle quali sataniche, le più pericolose, perchè i leader convincono i seguaci della loro origine quasi divina». Non è da scartare, quindi, che Rodrigo Oria, un ragazzo povero che viveva di espedienti, abbia agito perchè spinto da qualcuno per «punire» Don Faustino.
Oscar Piovesan

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie