Venerdì 17 Settembre 2021 | 03:46

NEWS DALLA SEZIONE

COPENAGHEN
Isole Faroe pronte a rivedere caccia ai delfini dopo le proteste

Isole Faroe pronte a rivedere caccia ai delfini dopo le proteste

 
Greece reports big drop in migration numbers

Greece reports big drop in migration numbers

 
ROMA
Afghanistan: prima riunione di governo dei Talebani

Afghanistan: prima riunione di governo dei Talebani

 
Libano:esplosione Beirut, mandato di arresto per ex ministro

Libano:esplosione Beirut, mandato di arresto per ex ministro

 
MADRID
Vaccini: Spagna, ok a terza dose per ospiti centri anziani

Vaccini: Spagna, ok a terza dose per ospiti centri anziani

 
BOLZANO
Austria,stop sussidi a chi rifiuta posto per obbligo vaccini

Austria,stop sussidi a chi rifiuta posto per obbligo vaccini

 
BOLOGNA
Zaki: la sagoma di Patrick alla laurea del suo master

Zaki: la sagoma di Patrick alla laurea del suo master

 
ROMA
Danimarca vieta agli ergastolani di avere nuove relazioni

Danimarca vieta agli ergastolani di avere nuove relazioni

 
LONDRA
Gb: media, dopo rimpasto Johnson mira a voto anticipato nel 2023

Gb: media, dopo rimpasto Johnson mira a voto anticipato nel 2023

 
ROMA
Ecuador: Lasso nomina nuovi ministri Agricoltura e Welfare

Ecuador: Lasso nomina nuovi ministri Agricoltura e Welfare

 
MADRID
Spagna: allerta su isola di La Palma per attività vulcanica

Spagna: allerta su isola di La Palma per attività vulcanica

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Individuato gene legato alla tossicodipendenza

Mpdz è una molecola che interagisce con i recettori della serotonina, messaggero per la comunicazione tra neuroni. Più è grande la quantità di Mpdz, minore è la crisi di astinenza
ROMA - Catturato un gene che apre la strada verso nuove cure contro la tossicodipendenza. E' successo dopo una estenuante caccia durata 4 anni da parte dei ricercatori della Oregon Health and Science University. Il gene, nome in codice Mpdz, nei topi è implicato nella dipendenza da sostanze sedative-ipnotiche, come alcol, barbiturici, benzodiazepine, ed altre molto usate come droghe ricreative. Una volta compreso il meccanismo d'azione di questo gene, spiegano gli scienziati sulla rivista Nature Neuroscience, si potrà studiare il modo di contrastare l'innescarsi di certe tossicodipendenze.
La ricerca, ha spiegato il leader dell'equipe statunitense Kari Buck, si è basata sull'osservazione genetica di varie famiglie di topolini seguite per molte generazioni. Gli scienziati osservavano anche il loro comportamento dopo il consumo di sostanze come alcol e barbiturici e la gravità delle crisi di astinenza. Non tutti i topolini infatti manifestavano lo stesso desiderio di assumere la sostanza stupefacente o, in altri termini, solo alcuni sviluppavano una vera tossicodipendenza. Dopo molte osservazioni gli scienziati hanno stretto il tiro su ben 1000 geni che, scartati uno dopo l'altro, hanno lasciato solo cinque presunti colpevoli. Alla fine, sostiene Buck, è rimasto solo Mpdz come maggiore indiziato: infatti gli scienziati hanno trovato che a variazioni del codice di Mpdz corrispondevano differenti comportamenti dei roditori in astinenza.
Mpdz è una molecola che interagisce con i recettori della serotonina, la quale è invece un messaggero per la comunicazione tra neuroni. I recettori della serotonina già in altri studi erano stati additati come complici della dipendenza.
Gli scienziati per ora hanno visto che più è grande la quantità di Mpdz meno i topi sono suscettibili alla dipendenza e a soffrire di forti crisi di astinenza. Ma si deve individuare il meccanismo d'azione preciso di Mpdz per pensare concretamente a un rimedio anti-droga che abbia Mpdz, o meglio il suo prodotto molecolare, come bersaglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie