Venerdì 24 Settembre 2021 | 21:12

NEWS DALLA SEZIONE

BOLOGNA
Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

 
ROMA
Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

 
GINEVRA
Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

 
NEW YORK
Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

 
ROMA
Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

 
NEW YORK
Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

 
WASHINGTON
Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

 
SASSARI
Giudice libera Puigdemont, ma dovrà restare in Sardegna

Giudice libera Puigdemont, ma dovrà restare in Sardegna

 
PARIGI
Eliseo, colloquio telefonico tra Macron e Johnson

Eliseo, colloquio telefonico tra Macron e Johnson

 
BRUXELLES
Dodicenne vince causa contro padre no vax, può vaccinarsi

Dodicenne vince causa contro padre no vax, può vaccinarsi

 
MADRID
Puigdemont: protesta vicino al consolato italiano Barcellona

Puigdemont: protesta vicino al consolato italiano Barcellona

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Contrabbando - Accordo tra Philip Morris e Ue

Il colosso del tabacco pagherà 1,25 miliardi di dollari in 12 anni per finanziare la lotta contro il contrabbando di sigarette e chiudere la disputa legale con l'Unione
BRUXELLES - La Philip Morris ha concluso l'accordo con la Commissione europea per il pagamento di 1,25 miliardi di dollari in 12 anni per finanziare la lotta contro il contrabbando di sigarette e chiudere la disputa legale con l'Unione europea.
«Siamo pronti a negoziare con altri produttori», ha detto il commissario Ue al Bilancio Michaele Schreyer, responsabile della lotta contro la frode, durante una conferenza stampa tenuta stamane a Bruxelles insieme un rappresentante della multinazionale del tabacco.
L'accordo tra Philip Morris e Commissione Ue arriva al termine di una disputa lunghissima svoltasi nei tribunali statunitensi, dopo le accuse che l'Unione europea aveva rivolto al maggiore produttore mondiale di sigarette per favoreggiamento nel contrabbando.
«Questo accordo di collaborazione rappresenta un passo avanti contro il nemico comune della contraffazione e del contrabbando di sigarette», ha detto il presidente e amministratore delegato della Philip Morris, Andre Calantzopoulos in una nota.
Dello stesso parere il commissario europeo Schreyer, secondo cui l'accordo «aumenterà la capacità della Commissione europea e degli stati membri per combattere il commercio illegale di sigarette che comporta ogni anno una perdita in gettito fiscale e fatturato». Schreyer ha anche aggiunto che la Commissione europea è «pronta a negoziare con altri produttori».
La contraffazione e il contrabbando causano la perdita di milioni di euro non solo all'Ue ma anche alla stessa Philip Morris e Calantzopoulos ha detto che ci sarà una maggiore collaborazione con i governi e i clienti per «assicurare che il tabacco sia venduto solo all'interno dei canali legali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie