Sabato 25 Settembre 2021 | 15:29

NEWS DALLA SEZIONE

ISOLA DI PALMA
Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

 
ALGHERO
Puigdemont, 'sto bene, ad Alghero sono come a casa'

Puigdemont, 'sto bene, ad Alghero sono come a casa'

 
TUNISI
Covid:da Gruppo San Donato altri 20mila lt ossigeno a Tunisi

Covid:da Gruppo San Donato altri 20mila lt ossigeno a Tunisi

 
PECHINO
Huawei: portavoce Cina, 'bentornata a casa Meng Wanzhou'

Huawei: portavoce Cina, 'bentornata a casa Meng Wanzhou'

 
ROMA
Afhanistan: Khan, aiuti umanitari o 90% sotto soglia povertà

Afhanistan: Khan, aiuti umanitari o 90% sotto soglia povertà

 
Islanda oggi al voto, maggioranza guidata dai verdi rischia

Islanda oggi al voto, maggioranza guidata dai verdi rischia

 
WASHINGTON
Liberati due canadesi in Cina dopo rilascio Lady Huawei

Liberati due canadesi in Cina dopo rilascio Lady Huawei

 
WASHINGTON
Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

 
WASHINGTON
Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

 
L'AVANA
Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

 
BOLOGNA
Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Svizzera - In banca armato, spara e si suicida

A Zurigo, era impiegato dello stesso istituto di credito. Feriti gravemente due colleghi. Forse all'origine un conflitto professionale
Svizzera - In banca armato, spara e si suicida
GINEVRA - E' andato in ufficio armato ed ha fatto fuoco ferendo mortalmente due superiori prima di togliersi la vita, in un gesto verosimilmente premeditato ma tuttora oscuro. Nulla si sa infatti di preciso sulle ragioni che hanno spinto un tranquillo consulente finanziario di una banca svizzera ad uccidere e a suicidarsi stamattina a Zurigo, "capitale finanziaria" della ricca Confederazione elvetica.
L'uomo (56 anni) è deceduto sul colpo, mentre le sue due vittime, entrambi membri della direzione della Banca cantonale di Zurigo, gravemente colpite alla testa, sono morte nel pomeriggio nell'ospedale della città dove erano state ricoverate in condizioni disperate. I tre uomini erano di nazionalità svizzera e residenti a Zurigo, ha comunicato la polizia locale. In Svizzera la notizia ha aperto tutti i notiziari.
Erano circa le otto quando, come ogni lunedì mattina, il consulente finanziario della filiale della Banca cantonale di Zurigo è giunto al lavoro, in una palazzina di quattro piani di uffici non aperti al pubblico.
Secondo una prima ricostruzione dei fatti, si sarebbe diretto subito al terzo piano dove lavoravano i suoi due superiori ed avrebbe aperto il fuoco con una pistola scatenando il panico tra i presenti. Avrebbe mirato alle due vittime, colpendole alla testa, ed ignorando gli altri. I due, rispettivamente di 45 e 41 anni, sono membri della direzione della Banca cantonale di Zurigo (ZKB, la terza per importanza in Svizzera).
Superiori diretti del consulente finanziario, sono entrambi padri di due bambini. Le indagini e gli interrogatori per stabilire la dinamica esatta dell'accaduto sono ancora in corso e non è chiaro se la sparatoria sia stata preceduta da un alterco. Sembra invece appurato che dopo aver ferito i direttori, lo sparatore sia salito al quarto piano e, entrato nel proprio ufficio, si sia tolto la vita. Come le sue vittime, anche l'autore della sparatoria era padre di due figli.
La polizia non ha comunicato se sia stata rinvenuta una lettera del suicida nè ha formulato ipotesi precise sulle cause dell'accaduto, ma sembra che all'origine del dramma vi sia un conflitto di carattere professionale. L'uomo lavorava presso la banca dal 2001 ed aveva buona reputazione. Non aveva mai dato segni di insoddisfazione, nè di aggressività, secondo il portavoce dell'istituto finanziario.
La banca si trova sulla Tessinerplatz, nelle vicinanze della stazione di Zurigo-Enge, in un quartiere di uffici e tutta la zona dove è rimasta sbarrata al traffico per diverse ore. Sotto choc, i circa 80 impiegati della banca sono stati evacuati e beneficiano di un sostegno psicologico.
Ma tutto il paese è attonito per l'accaduto. Il pensiero di molti è corso ai fatti di Zugo (cantone orientale della Confederazione), dove nel settembre 2001 un uomo armato uccise 14 membri del parlamento locale prima di togliersi la vita.
Silvana Bassetti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie