Sabato 25 Settembre 2021 | 00:19

NEWS DALLA SEZIONE

WASHINGTON
Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

 
WASHINGTON
Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

 
L'AVANA
Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

 
BOLOGNA
Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

 
ROMA
Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

 
GINEVRA
Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

 
NEW YORK
Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

 
ROMA
Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

 
NEW YORK
Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

 
WASHINGTON
Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

 
SASSARI
Giudice libera Puigdemont, ma dovrà restare in Sardegna

Giudice libera Puigdemont, ma dovrà restare in Sardegna

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Sudan si impegna con Kofi Annan a disarmo milizie

Khartoum si è impegnata «all'immediato avvio del disarmo dei Janjaweed e degli altri gruppi armati fuorilegge» e a permettere l'arrivo di «osservatori per i diritti umani»
KARTOUM - Il Sudan si è impegnato a disarmare le milizie arabe dei Janjaweed (diavoli a cavallo), responsabili delle pulizie etniche nel Darfur. Al termine della visita del segretario generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, Khartoum ha diffuso un comunicato congiunto con l'Onu in cui si impegna «all'immediato avvio del disarmo dei Janjaweed e degli altri gruppi armati fuorilegge» e a permettere l'arrivo nel Sudan occidentale di «osservatori per i diritti umani».
Attualmente gli unici osservatori sono quelli dell'Unione africana, che però vigilano solo sul rispetto del fragile cessate il fuoco firmato in aprile.
Lasciando la capitale sudanese, Annan ha assicurato di aver strappato l'impegno del governo a «rimuovere tutti gli ostacoli» alla soluzione della crisi umanitaria nel Darfur.
Sono più di un milione i musulmani neri cacciati dalle loro case dai miliziani e l'Onu ha avvertito che 10mila profughi rischiano di morire per fame e malattie se non sarà consentito loro di tornare a casa.
Nei giorni scorsi la visita del segretario di Stato americano Colin Powell e la minaccia di sanzioni Usa avevano accresciuto le pressioni su Khartoum affinchè affrontasse quello che appare sempre più come un vero e proprio genocidio.
Nel comunicato si annuncia anche la creazione di «un meccanismo congiunto ad alto livello» per dare attuazione all'accordo tra Onu e governo sudanese. Scettiche però le organizzazioni per i diritti umani come Human Rights Watch, che hanno ricordato come Khartoum onori «raramente le sue promesse». Il governo sudanese aveva già annunciato l'invio di 6mila uomini nella regione mentre è stato fissato per il 15 luglio l'avvio dei negoziati tra i gruppi ribelli del Darfur e i miliziani arabi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie