Sabato 25 Settembre 2021 | 08:48

NEWS DALLA SEZIONE

WASHINGTON
Liberati due canadesi in Cina dopo rilascio Lady Huawei

Liberati due canadesi in Cina dopo rilascio Lady Huawei

 
WASHINGTON
Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

 
WASHINGTON
Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

 
L'AVANA
Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

 
BOLOGNA
Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

 
ROMA
Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

 
GINEVRA
Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

 
NEW YORK
Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

 
ROMA
Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

 
NEW YORK
Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

 
WASHINGTON
Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Afghanistan - In salvo giornalista australiana

E' sana e salva, e non è stata presa in ostaggio, la giornalista televisiva australiana Carmela Baranowska, che era scomparsa da lunedì scorso nell'area di Kandahar
SYDNEY - E' sana e salva, e non è stata presa in ostaggio, la giornalista televisiva australiana Carmela Baranowska, che era scomparsa da lunedì scorso nell'area di Kandahar, insieme a un suo assistente afghano e al loro autista. La giornalista è stata oggi in contatto telefonico con la famiglia e con la stazione televisiva australiana Sbs, per cui lavora, dopo essere rimasta senza comunicare per diversi giorni.
Si temeva che la Baranowska, di 35 anni, fosse stata presa in ostaggio, dopo che un portavoce dei guerriglieri taleban avevano affermato di aver catturato una donna straniera. La scorsa notte un portavoce della Sbs aveva riferito che la giornalista era stata raggiunta brevemente al suo telefono satellitare, ma la linea era caduta prima di poterne accertare le condizioni.
La Sbs ha ora diffuso un comunicato in cui conferma di aver comunicato con la giornalista, che ha assicurato di star bene e di essere a piede libero. «Per via di considerazioni tuttora valide riguardo alla sua sicurezza, non possiamo diffondere altre informazioni», prosegue il comunicato.
Il ministero degli Esteri australiano ha mandato nella zona un funzionario consolare per aiutare ad individuare dove la giornalista si trovi. Nota giornalista di guerra, la Baranowska ha lavorato in passato in Thailandia, Birmania e Timor est, ed era di base nella città afghana di Kandahar..
Il capo della sicurezza locale, Jalani Khan, aveva ricevuto notizie di intelligence, secondo cui la macchina usata dalla Baranowska si era rotta su una strada ad occidente di Kandahar. «Non sappiamo aveva dichiarato - se sia stata rapita o abbia abbandonato l'area». Poco dopo un portavoce dei guerriglieri taleban, Hamid Agha, aveva affermato che i suoi compagni avevano catturato una donna straniera ed un suo collaboratore. Più tardi però, un altro portavoce, Abdul Latif Hakimi, aveva rettificato affermando che «i taleban non hanno rapito la signora giornalista». Nel novembre scorso, i taleban avevano minacciato di rapimento e di morte chiunque collaborasse con gli americani, compresi i giornalisti e gli operatori umanitari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie