Mercoledì 29 Settembre 2021 | 01:32

NEWS DALLA SEZIONE

Ecuador: scontri in carcere, 24 detenuti morti e 42 feriti

Ecuador: scontri in carcere, 24 detenuti morti e 42 feriti

 
GINEVRA
Rapporto su abusi sessuali in Congo, capo dell'Oms si scusa

Rapporto su abusi sessuali in Congo, capo dell'Oms si scusa

 
BERLINO
Csu: 'Rispettare il voto, Scholz provi a formare il governo'

Csu: 'Rispettare il voto, Scholz provi a formare il governo'

 
ROMA
Il rettore di Kabul vieta l'università alle donne

Il rettore di Kabul vieta l'università alle donne

 
SARAJEVO
Migranti: Bosnia, nuovo rogo nel campo di Lipa

Migranti: Bosnia, nuovo rogo nel campo di Lipa

 
BOGOTÀ
Colombia: morto dopo un raid il capo della guerriglia Eln

Colombia: morto dopo un raid il capo della guerriglia Eln

 
MOSCA
Mosca apre nuova indagine per estremismo contro Navalny

Mosca apre nuova indagine per estremismo contro Navalny

 
WASHINGTON
Obama, tassare ricchi come me per finanziare agenda Biden

Obama, tassare ricchi come me per finanziare agenda Biden

 
MADRID
Spagna: governo Sánchez approva l'aumento del salario minimo

Spagna: governo Sánchez approva l'aumento del salario minimo

 
BOLOGNA
Zaki: Amnesty Italia, rinvio lungo che sa di punizione

Zaki: Amnesty Italia, rinvio lungo che sa di punizione

 
MANSURA
Zaki portato nella gabbia degli imputati in manette

Zaki portato nella gabbia degli imputati in manette

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Si riaccende il conflitto palestinese

Dopo la distruzione di un fortino israeliano a Gaza, bombardata la cittadina israeliana di Sderot: sono morti un bambino di 4 anni e un uomo di 50
TEL AVIV - Il conflitto israelo-palestinese è tornato ad infiammarsi con la totale distruzione di un fortino israeliano, la scorsa notte a Gaza, ad opera di militanti della intifada, e con il bombardamento odierno della cittadina israeliana di Sderot in cui sono rimasti uccisi un bambino di 4 anni, Afik Ohayun e un uomo di 50 anni, Mordechai Yossipof.
Ieri, nella battaglia divampata a sud di Gaza attorno al fortino israeliano «Orhan», erano rimasti uccisi un militare israeliano e due palestinesi.
Stamane si è avuta una terza vittima palestinese: Mesleh Abdel Al, 50 anni, colpito dal fuoco di soldati mentre si recava al lavoro ignaro che la zona del fortino distrutto fosse stata dichiarata inaccessibile.
Erano circa le otto di mattina quando dalla cittadina palestinese di Beit Hanun, nel Nord della Striscia, un commando di Hamas ha indirizzato quattro razzi Qassam verso la città israeliana più vicina, Sderot.
Il primo razzo è esploso in un centro commerciale, provocando gravi danni ad un caffè. Il secondo ha sfiorato l'asilo nido «Lilakh», nella centrale via Gerusalemme. Una madre che stava accompagnando il figlioletto all'asilo è stata colpita in pieno dalle schegge dell'ordigno. Quando i soccorritori sono sopraggiunti, l'hanno trovata svenuta e sanguinante mentre ancora stringeva fra le braccia il piccolo Afik. Vani sono stati i tentativi di rianimarlo.
A breve distanza giaceva ormai esanime anche Mordechay Yossipof: un vicino di casa che aveva appena accompagnato il nipote nello stesso asilo.
Le notizie di questi drammatici incidenti hanno raggiunto il premier Ariel Sharon mentre si trovava alla «Knesset» (parlamento) impegnato in un dibattito organizzato da tempo con la Commissione per gli affari esteri e la difesa.
Un deputato del Likud ha detto a radio Gerusalemme che Sharon è più intenzionato che mai a realizzare il ritiro da Gaza,nella persuasione che esso in definitiva ridurrà gli attriti fra israeliani e palestinesi. «Qualsiasi colono che voglia lasciare la zona di Gaza può farlo oggi stesso, e riceverà indennizzi» ha assicurato.
Nel pomeriggio comunque Sharon ha convocato nel suo ufficio i responsabili alla difesa. Ieri, dopo la distruzione del fortino, elicotteri israeliani hanno bombardato a Gaza due officine utilizzate da Hamas per la produzione di razzi.
«La lotta all'intifada armata non può conoscere sosta» ha detto un ufficiale israeliano, mentre il leader laburista Shimon Peres ha fatto appello da parte sua ai dirigenti palestinesi affinché moltiplichino gli sforzi per «debellare il terrorismo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie