Domenica 26 Settembre 2021 | 12:42

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Ruanda: Bagosora il 're del genocidio' muore in carcere

Ruanda: Bagosora il 're del genocidio' muore in carcere

 
TEL AVIV
Almeno 4 palestinesi uccisi da esercito Israele

Almeno 4 palestinesi uccisi da esercito Israele

 
BERLINO
Germania: aperti i seggi per le elezioni legislative

Germania: aperti i seggi per le elezioni legislative

 
WASHINGTON
Global Citizen, ovazione al Central Park per Harry e Meghan

Global Citizen, ovazione al Central Park per Harry e Meghan

 
NEW YORK
Harry e Meghan all'Onu, incontro con Guterres

Harry e Meghan all'Onu, incontro con Guterres

 
PARIGI
Francia: presidenziali, niente primarie per i Républicains

Francia: presidenziali, niente primarie per i Républicains

 
ALGHERO
Puigdemont, torneremo ad Alghero da Repubblica libera

Puigdemont, torneremo ad Alghero da Repubblica libera

 
TUNISI
Tunisia: media, in piazza sostenitori del presidente Saied

Tunisia: media, in piazza sostenitori del presidente Saied

 
WASHINGTON
Usa 2020: riconteggio dei voti, beffa per Trump in Arizona

Usa 2020: riconteggio dei voti, beffa per Trump in Arizona

 
ROMA
Gb: crisi trasporti, verso visti temporanei a camionisti

Gb: crisi trasporti, verso visti temporanei a camionisti

 
ISOLA DI PALMA
Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

I meccanici spaziali costretti al rientro: la missione durata poco più di 14 minuti

E' durata soltanto 14 minuti e 22 secondi la missione degli astronauti. Per un problema di pressione alla tuta non hanno riparato uno dei giroscopi
NEW YORK - E' durata soltanto 14 minuti e 22 secondi la missione dei meccanici dello spazio, che, per un problema di pressione alla tuta di uno degli astronauti, non sono stati in grado di riparare uno dei giroscopi della Stazione spaziale internazionale (Iss), in orbita intorno alla Terra e sono dovuto tornare subito indietro.
Che l'operazione fosse rischiosa, lo si sapeva sin dall'inizio, perché i due astronauti, l'americano Mike Fincke e il russo Gennadi Padalka avrebbero dovuto lasciare l'ISS senza controlli per oltre sei ore.
I due avrebbero dovuto trasformarsi in meccanici spaziali per eseguire riparazioni che un tempo potevano contare sull'ausilio dello space shuttle. La flotta delle navette spaziali americane è però bloccata a Terra da 16 mesi, in seguito al disastro del Columbia.

PRESSIONE IN TUTA FINCKE DIMINUIVA - Uno dei responsabili del Kennedy Center della Nasa a Houston in Texas (le operazioni possono essere seguite in diretta via internet) ha precisato che poco dopo l'inizio della passeggiata, il centro di controllo di Mosca ha notato che la pressione della tuta di Finck «diminuiva in modo più rapido del previsto», e ha chiesto ai due astronauti di tornare nella stazione.
Secondo l'esperto, i due non sono mai stati in pericolo, «perché avevano a disposizione quantità di ossigeno più che a sufficienza».
La passeggiata era iniziata alle 23,56 ora italiana e si è conclusa alle 0,12.

ISS INCUSTODITA GIA' A FEBBRAIO - Era già accaduto, a febbraio, che la stazione restasse incustodita, ma stavolta gli astronauti avrebbero dovuto affrontare una missione assai più complessa, che secondo gli esperti dà l'idea di quanto stia diventando difficile per la Nasa e per i russi mantenere in vita il progetto Iss senza l'aiuto delle navette.
La Spedizione 9, come è chiamata la missione di Padalka e Fincke sull'Iss, non è nata sotto i migliori auspici. Il 21 aprile, all'indomani dell'arrivo dell'equipaggio sulla stazione, un modulo per la gestione dell'alimentazione di un giroscopio è andato ko.
Un altro dei quattro giroscopi dell'Iss aveva già ceduto in precedenza, lasciando ora la stazione affidata a solo due degli strumenti di cui ha bisogno per essere orientata e per cambiare posizione. Se un terzo giroscopio dovesse cedere, solo i razzi di posizionamento russi montati sull'ISS potrebbero permettere di tenere orientata la stazione, ma con consumi spaventosi di carburante.
Il mese scorso, nella tuta spaziale americana di Padalka necessaria per andare all'esterno dell'Iss ha cominciato a funzionare male il sistema di raffreddamento ad acqua.
La tuta si è rivelata inservibile e i due astronauti hanno dovuto optare per le nuovissime (e ancora poco sperimentate) tute di fabbricazione russa Orlan, che evidentemente non sono perfette, visto l'incidente di oggi.
Inoltre l'uso della tuta Orlan, per una serie di motivi tecnici, richiede che gli astronauti escano dalla Iss dal lato russo della stazione e percorrano così un itinerario assai più lungo (circa 30 metri, rispetto ai 9 necessari dal lato americano) per raggiungere l'area del guasto, scansando una serie di pericolosi oggetti metallici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie