Lunedì 20 Settembre 2021 | 03:13

NEWS DALLA SEZIONE

MOSCA
Russia: Depardieu vota, 'c'è democrazia, ammiro Putin'

Russia: Depardieu vota, 'c'è democrazia, ammiro Putin'

 
ROMA
Covid: India pensa di riaprire al turismo dopo anno e mezzo

Covid: India pensa di riaprire al turismo dopo anno e mezzo

 
ROMA
Bottiglia con messaggio ritrovata 37 anni dopo alle Hawaii

Bottiglia con messaggio ritrovata 37 anni dopo alle Hawaii

 
PARIGI
Funambolo percorre 600m sopra la Senna dalla Torre Eiffel

Funambolo percorre 600m sopra la Senna dalla Torre Eiffel

 
ROMA
Filippine: famoso pugile Pacquiao si candiderà a presidenza

Filippine: famoso pugile Pacquiao si candiderà a presidenza

 
WASHINGTON
'Cia segnalò presenza bimbi poco prima di raid Usa a Kabul'

'Cia segnalò presenza bimbi poco prima di raid Usa a Kabul'

 
ROMA
Pakistan: ferita e violentata bimba cristiana di 10 anni

Pakistan: ferita e violentata bimba cristiana di 10 anni

 
ROMA
In Inghilterra in arrivo 1,5 milioni di inviti per terza dose

In Inghilterra in arrivo 1,5 milioni di inviti per terza dose

 
BERLINO
Germania: domenica prossima si vota, stasera ultimo duello tv

Germania: domenica prossima si vota, stasera ultimo duello tv

 
MOSCA
Navalny, 'non siate pigri, oggi il voto conta davvero'

Navalny, 'non siate pigri, oggi il voto conta davvero'

 
TEL AVIV
Israele: Bennett, 'fatto. Catturati tutti i 6 terroristi'

Israele: Bennett, 'fatto. Catturati tutti i 6 terroristi'

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Iraq - Governo provvisorio chiede assistenza alla Nato

BRUXELLES - Con una lettera indirizzata ieri all'Alleanza Atlantica, il governo provvisorio iracheno ha chiesto formalmente alla Nato «assistenza tecnica» per addestrare le proprie forze di sicurezza.
Lo si è appreso oggi da fonti informate al Quartier Generale della Nato.
«Dall'altro ieri - ha precisato la fonte riferendosi al 21 giugno - si è in presenza di una richiesta formale del nuovo governo iracheno di assistenza da parte della Nato. C'è una lettera del nuovo governo - ha precisato - che sollecita la Nato a mettere allo studio la possibilità di intervenire in Iraq attraverso forme quali l'addestramento delle forze irachene», la fornitura di «equipaggiamenti ed eventuali altre forme di assistenza tecnica».
La lettera, precisano le fonti, è stata inviata dal capo del governo provvisorio, Iyad Allawi, al segretario generale della Nato Jaap de Hoop Scheffer. «C'è questo punto di partenza», ha detto la fonte riferendosi alla risoluzione dell'Onu che prevede su richiesta delle autorità irachene possa permanere nel Paese una forza multinazionale sotto l'egida delle Nazioni Unite per contribuire al processo di stabilizzazione.
«Quello che il governo provvisorio iracheno chiede non è l'invio di truppe della Nato, ma piuttosto di valutare la possibilità di contribuire al processo di stabilizzazione attraverso l'addestramento delle truppe irachene», ha precisato la fonte prevedendo che al Vertice di Istanbul di lunedì e martedì prossimi (28 e 29 luglio) vi «sarà una valutazione da parte dei capi di stato e di governo e dei ministri della difesa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie