Giovedì 16 Settembre 2021 | 12:48

NEWS DALLA SEZIONE

LONDRA
Johnson, alleanza con Usa-Australia pilastro strategico

Johnson, alleanza con Usa-Australia pilastro strategico

 
NEW DELHI
India: Delhi città più pericolosa per le donne nel 2020

India: Delhi città più pericolosa per le donne nel 2020

 
ROMA
Baradar, 'sto bene, nessun problema con gli Haqqani'

Baradar, 'sto bene, nessun problema con gli Haqqani'

 
MOSCA
Portavoce,'Putin in autoisolamento per almeno una settimana'

Portavoce,'Putin in autoisolamento per almeno una settimana'

 
PECHINO
Covid: in Cina vaccinate oltre 1 miliardo di persone

Covid: in Cina vaccinate oltre 1 miliardo di persone

 
MOSCA
Covid: Russia, record di 19.594 nuovi casi in 24 ore

Covid: Russia, record di 19.594 nuovi casi in 24 ore

 
PARIGI
Piogge e mare mosso nel sud della Francia, 9 vittime

Piogge e mare mosso nel sud della Francia, 9 vittime

 
SAN SALVADOR
El Salvador: migliaia in piazza contro bitcoin e 'dittatura'

El Salvador: migliaia in piazza contro bitcoin e 'dittatura'

 
PECHINO
Cina, irresponsabile accordo Usa-Australia su sottomarini

Cina, irresponsabile accordo Usa-Australia su sottomarini

 
MOSCA
Covid: Putin, positive decine di persone nel mio entourage

Covid: Putin, positive decine di persone nel mio entourage

 
PECHINO
Astronauti cinesi da tre mesi nello spazio, battuto record

Astronauti cinesi da tre mesi nello spazio, battuto record

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Iraq - Il governo provvisorio chiede assistenza alla Nato

Richiesta formalmente «assistenza tecnica» per addestrare le proprie forze di sicurezza.
• Falluja, uccisi 20 miliziani stranieri
• Arabia Saudita, amnistia per terroristi che si arrendono
BRUXELLES - Con una lettera indirizzata ieri all'Alleanza Atlantica, il governo provvisorio iracheno ha chiesto formalmente alla Nato «assistenza tecnica» per addestrare le proprie forze di sicurezza.
Lo si è appreso oggi da fonti informate al Quartier Generale della Nato.
«Dall'altro ieri - ha precisato la fonte riferendosi al 21 giugno - si è in presenza di una richiesta formale del nuovo governo iracheno di assistenza da parte della Nato. C'è una lettera del nuovo governo - ha precisato - che sollecita la Nato a mettere allo studio la possibilità di intervenire in Iraq attraverso forme quali l'addestramento delle forze irachene», la fornitura di «equipaggiamenti ed eventuali altre forme di assistenza tecnica».
La lettera, precisano le fonti, è stata inviata dal capo del governo provvisorio, Iyad Allawi, al segretario generale della Nato Jaap de Hoop Scheffer. «C'è questo punto di partenza», ha detto la fonte riferendosi alla risoluzione dell'Onu che prevede su richiesta delle autorità irachene possa permanere nel Paese una forza multinazionale sotto l'egida delle Nazioni Unite per contribuire al processo di stabilizzazione.
«Quello che il governo provvisorio iracheno chiede non è l'invio di truppe della Nato, ma piuttosto di valutare la possibilità di contribuire al processo di stabilizzazione attraverso l'addestramento delle truppe irachene», ha precisato la fonte prevedendo che al Vertice di Istanbul di lunedì e martedì prossimi (28 e 29 luglio) vi «sarà una valutazione da parte dei capi di stato e di governo e dei ministri della difesa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie