Lunedì 27 Settembre 2021 | 00:53

NEWS DALLA SEZIONE

REYKYAVIK
Islanda riconta voti, donne non più maggioranza parlamento

Islanda riconta voti, donne non più maggioranza parlamento

 
ROMA
Aiea, Iran nega accesso 'indispensabile' a un sito nucleare

Aiea, Iran nega accesso 'indispensabile' a un sito nucleare

 
BERLINO
L'Spd rivendica la cancelleria per Scholz

L'Spd rivendica la cancelleria per Scholz

 
BERLINO
Germania: exit poll Zdf, Spd avanti al 26%, Unione al 24%

Germania: exit poll Zdf, Spd avanti al 26%, Unione al 24%

 
Exit poll Germania, testa a testa Scholz-Laschet

Exit poll Germania, testa a testa Scholz-Laschet

 
ROMA
Vestiti colorati contro i Talebani, campagna social donne afgane

Vestiti colorati contro i Talebani, campagna social donne afgane

 
REYKJAVIK
In Islanda nuovo parlamento composto da maggioranza donne

In Islanda nuovo parlamento composto da maggioranza donne

 
BERLINO
Germania: Baerbock vota, più voti ai Verdi per svolta Paese

Germania: Baerbock vota, più voti ai Verdi per svolta Paese

 
ROMA
Di Maio, il G20 sull'Afghanistan nelle prossime settimane

Di Maio, il G20 sull'Afghanistan nelle prossime settimane

 
CALCUTTA
India: arriva il ciclone Gulab, decine di migliaia evacuati

India: arriva il ciclone Gulab, decine di migliaia evacuati

 
ROMA
Ruanda: Bagosora il 're del genocidio' muore in carcere

Ruanda: Bagosora il 're del genocidio' muore in carcere

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

«L'"11 settembre"? Ce lo aspettavamo in Italia»

Prima dell'attacco che ha raso al suolo le Due Torri, l'intelligence americana era in allarme sulla possibilità di un attentato di al Qaida in Italia. Lo ha detto alla Commissione che indaga sulle stragi dell'11/9 il capo di Stato Maggiore, Richard Myers. Il giudice Stefano Dambruoso: molti sono stati arrestati ma le file degli integralisti continuano a rigenerarsi. • Gli 007 russi: Saddam pianificava attentati terroristici antiamericani e aveva rapporti con Al Qaida
NEW YORK - Torri gemelle NEW YORK - Nei mesi che precedettero l'11 settembre 2001 l'intelligence americana era in allarme sulla possibilità di un attentato di al Qaida in Italia. Lo ha detto alla Commissione che indaga sulle stragi dell'11/9 il capo di Stato Maggiore, Richard Myers. Il generale Myers ha detto che alla fine della primavera e nell'estate di quell'anno c'era stata un'intensificazione delle minacce e gli Stati Uniti pensavano che il rischio fosse di attentati fuori dal territorio nazionale.
«La minaccia era concentrata soprattutto sulla penisola arabica, o forse in Turchia. C'era anche una minaccia che riguardava l'Italia. E c'erano anche potenziali minacce a interessi negli Stati Uniti, ma mai con l'impiego di aerei», ha detto il capo di stato maggiore.
Myers ha testimoniato nell'ultimo giorno delle audizioni pubbliche della Commissione. Il rapporto finale dei commissari è atteso alla fine di luglio.
Il generale Myers non ha precisato di quale minaccia parlasse quando ha fatto riferimento all'Italia.
All'inizio del luglio 2001 tuttavia i servizi segreti americani erano stati messi in allarme per la possibilità di un attentato di al Qaida contro il presidente George W. Bush al G-8 di Genova.
Allerta per attentati islamici contro istituzioni americane in Italia erano stati sollevati anche all'inzio dell'anno: in gennaio l'ambasciata americana a Roma era stata chiusa per «una minaccia credibile e imminente» legata a un'organizzazione terroristica algerina in contatto con bin Laden e con ramificazioni in Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie