Sabato 25 Settembre 2021 | 20:10

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK
Harry e Meghan all'Onu, incontro con Guterres

Harry e Meghan all'Onu, incontro con Guterres

 
PARIGI
Francia: presidenziali, niente primarie per i Républicains

Francia: presidenziali, niente primarie per i Républicains

 
ALGHERO
Puigdemont, torneremo ad Alghero da Repubblica libera

Puigdemont, torneremo ad Alghero da Repubblica libera

 
TUNISI
Tunisia: media, in piazza sostenitori del presidente Saied

Tunisia: media, in piazza sostenitori del presidente Saied

 
WASHINGTON
Usa 2020: riconteggio dei voti, beffa per Trump in Arizona

Usa 2020: riconteggio dei voti, beffa per Trump in Arizona

 
ROMA
Gb: crisi trasporti, verso visti temporanei a camionisti

Gb: crisi trasporti, verso visti temporanei a camionisti

 
ISOLA DI PALMA
Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

Eruzione vulcanica alle Canarie, chiuso aeroporto di Palma

 
ALGHERO
Puigdemont, 'sto bene, ad Alghero sono come a casa'

Puigdemont, 'sto bene, ad Alghero sono come a casa'

 
TUNISI
Covid:da Gruppo San Donato altri 20mila lt ossigeno a Tunisi

Covid:da Gruppo San Donato altri 20mila lt ossigeno a Tunisi

 
PECHINO
Huawei: portavoce Cina, 'bentornata a casa Meng Wanzhou'

Huawei: portavoce Cina, 'bentornata a casa Meng Wanzhou'

 
ROMA
Afhanistan: Khan, aiuti umanitari o 90% sotto soglia povertà

Afhanistan: Khan, aiuti umanitari o 90% sotto soglia povertà

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Attacco israeliano: uccisi tre membri Brigate Al Aqsa

L'attacco è avvenuto in serata davanti al campo profughi di Balata, a Nablus, considerato una roccaforte delle Brigate, organizzazione armata legata ad Al Fatah, la principale componente dell'Olp
NABLUS (CISGIORDANIA) - Nuova esecuzione mirata israeliana in Cisgiordania: un missile lanciato da un elicottero ha ucciso tre palestinesi membri delle Brigate dei Martiri di Al Aqsa, tra cui un loro dirigente locale, Khalil Marshoud, già sfuggito un mese e mezzo fa a un tentativo di eliminarlo.
L'attacco è avvenuto in serata davanti al campo profughi di Balata, a Nablus, considerato una roccaforte delle Brigate, organizzazione armata legata ad Al Fatah, la principale componente dell'Olp, guidata dal presidente palestinese Yasser Arafat. I tre erano a bordo di un'auto che è stata centrata dal missile. Marshoud, che era capo delle Brigate a Balata, e un altro militante, Awad Abu Zeid, sono morti sul colpo. Un terzo uomo, del quale non si conosce per ora l'identità, è deceduto più tardi in ospedale. Altri tre palestinesi che si trovavano presso il luogo dell'esplosione sono rimasti feriti, secondo fonti ospedaliere.
La dinamica dell'attacco, raccontata inizialmente da testimoni e fonti della sicurezza palestinese, è stata poi confermata dall'esercito israeliano. In un comunicato, un portavoce militare ha definito Marshoud un «terrorista responsabile di diversi attacchi contro civili e soldati israeliani». «Dopo che ripetuti sforzi per arrestare il terrorista erano andati a vuoto, l'esercito ha agito per impedire altri attacchi e continuerà a lanciare operazioni contro tutti coloro che sono coinvolti in attività terroristiche», ha aggiunto il portavoce.
Responsabili della sicurezza palestinese hanno recuperato frammenti del missile dai rottami carbonizzati della vettura delle vittime. Sul luogo dell'esplosione è visibile un ampio cratere.
Secondo alcuni testimoni, qualche minuto prima dell'attacco è mancata la luce nella zona.
Marshoud - hanno ricordato fonti delle Brigate - era sfuggito a un altro attacco missilistico israeliano il 3 maggio. Tre membri dell'organizzazione erano rimasti uccisi, mentre lui si era salvato perchè era a bordo di un'auto diversa da quella colpita.
Negli ultimi mesi, le Forze armate israeliane hanno preso di mira i dirigenti locali delle Brigate dei Martiri di Al Aqsa, una nebulosa di gruppi armati responsabili di attentati e attacchi contro obiettivi israeliani.
Domenica scorsa, l'esercito ha tentato invano di uccidere il capo delle Brigate a Jenin (Cisgiordania), Zakaria Zoubeidi, secondo un comunicato del gruppo. Il 19 maggio scorso, Ahmed Turkuman, un altro dirigente locale delle Brigate in Cisgiordania, era stato ucciso in un'incursione israeliana nel campo profughi di Jenin.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie