Sabato 25 Settembre 2021 | 02:09

NEWS DALLA SEZIONE

WASHINGTON
Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

Afghanistan: Usa varano deroghe a sanzioni per aiuti umanitari

 
WASHINGTON
Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

Canada: Chiesa cattolica chiede scusa per abusi su nativi

 
L'AVANA
Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

Cuba: liberata dopo breve detenzione la dissidente Soler

 
BOLOGNA
Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

Zaki: Amnesty, preoccupati e preparati a scenario peggiore

 
ROMA
Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

Germania: sondaggio, è testa a testa tra Cdu e Spd

 
GINEVRA
Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

Siria: Onu, oltre 350.000 morti documentati

 
NEW YORK
Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

Wsj, accordo con Usa, Lady Huawei potrà tornare in Cina

 
ROMA
Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

Sudafrica: Zuma dimesso da ospedale, sconterà pena a casa

 
NEW YORK
Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

Di Maio, 2021 anno record export, meglio di Francia-Germania

 
WASHINGTON
Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

Biden, 20 milioni americani hanno diritto a terza dose ora

 
SASSARI
Giudice libera Puigdemont, ma dovrà restare in Sardegna

Giudice libera Puigdemont, ma dovrà restare in Sardegna

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Iraq - Razzi e spari contro i Lagunari

I militari italiani hanno risposto al fuoco con mitragliatrici e altre armi semiautomatiche. Nessuno dei soldati italiani è rimasto ferito. Gli applausi della gente
VENEZIA - Una pattuglia dei lagunari, della quale faceva parte anche il comandante del reggimento «Serenissima», col. Emilio Motolese, è stata coinvolta stamane in un conflitto a fuoco a Shwalish, a circa tre chilometri a nord di Suq Ash Shuyukh. Contro i lagunari sono stati sparati dei razzi anticarro e colpi di armi automatiche. I militari italiani hanno risposto al fuoco con mitragliatrici e altre armi semiautomatiche. Nessuno dei soldati italiani è rimasto ferito.
I miliziani hanno aperto il fuoco contro i lagunari in una zona abitata, a poca distanza dal luogo dove qualche giorno fa sono stati lanciati dei razzi controcarro contro un convoglio italiano.
Secondo quanto si è appreso, la pattuglia ha reagito immediatamente e la popolazione locale avrebbe contribuito ad aiutare i soldati italiani indicando le posizioni dei miliziani.

I militari italiani durante un'operazione notturna avevano recuperato sei lanciarazzi Rpg-18, più potenti e moderni dei soliti Rpg-7.
Poco prima delle 23, durante un pattugliamento sulla strada che da Nassiriya porta al villaggio di Al Batah, i Lagunari della task force Serenissima hanno individuato due pickup con a bordo uomini che sono subito fuggiti alla loro vista abbandonando del materiale. Successivamente i militari italiani hanno recuperato i sei lanciarazzi portatili.
Sul posto sono quindi intervenuti di artificieri del 30/mo reggimento Genio di Udine che hanno preso in consegna le armi, che ora verranno distrutte.

Applauditi dalla popolazione


Hanno risposto al fuoco in modo «efficace, mirato e proporzionale all'offesa» i Lagunari rimasti coinvolti in un attacco nei pressi di Suq Ash Shuyukh, e gli aggressori si sono dileguati: un intervento, quello dei militari italiani, che si è concluso con un applauso da parte della gente del posto. Lo riferiscono fonti del comando del contingente italiano in Iraq.
L'attacco, sottolineano al comando del contingente, è avvenuto intorno alle 11,20 locali (le 9,20 in Italia) in una località in cui già più volte in passato si erano verificati episodi del genere. Contro i soldati italiani tre razzi Rpg e raffiche di kalashnikov, che però non hanno provocato né feriti né danni.
«Allo stato - affermano le fonti militari italiane - non risultano vittime tra gli iracheni», né tra la popolazione, né tra i miliziani armati. Questi ultimi «non hanno il consenso della gente del posto. E l'applauso alla reazione dei militari italiani - affermano dal comando del contingente - è significativo di come la stessa popolazione sia stanca di queste persone».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie