Venerdì 18 Gennaio 2019 | 23:07

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK
Allerta tempeste in Usa, stop 500 voli

Allerta tempeste in Usa, stop 500 voli

 
PARIGI
Gilet gialli: decimo atto proteste

Gilet gialli: decimo atto proteste

 
NEW YORK
Salamé,Libia si unisca per andare avanti

Salamé,Libia si unisca per andare avanti

 
Siria: 20 uccisi in raid Usa nel sud-est

Siria: 20 uccisi in raid Usa nel sud-est

 
PARIGI
Nasce l'app dei gilet gialli

Nasce l'app dei gilet gialli

 
ROMA
Dazi: Cina avanza proposta a Usa

Dazi: Cina avanza proposta a Usa

 
PRAGA
Praga, un uomo si dà fuoco in piazza

Praga, un uomo si dà fuoco in piazza

 
NEW YORK
Libia: Onu, i civili vivono nella paura

Libia: Onu, i civili vivono nella paura

 
WASHINGTON
Trump, 'Cohen mente per sconti pena'

Trump, 'Cohen mente per sconti pena'

 
BRUXELLES
Brexit: telefonata Tusk-May

Brexit: telefonata Tusk-May

 
VARSAVIA
Polonia: Danzica saluta il suo sindaco

Polonia: Danzica saluta il suo sindaco

 

Autobomba a Baghdad, nove iracheni morti

BAGHDAD - Un'autobomba è esplosa davanti alla base delle forze di sicurezza irachene nel nord di Baghdad. 64 il numero dei feriti accertati in seguito all'esplosione in Iraq dell'ennesima auto-bomba, fatta saltare in aria ai cancelli d'ingresso di una base militare americana a Taji, località poco a nord di Baghdad. Stando a fonti ospedaliere, il computo globale dei morti è invece per il momento fermo a nove.
Lesioni avrebbero tra gli altri riportato anche due soldati statunitensi. Un portavoce dell'Esercito Usa, tenente Chris Heathscott, ha precisato che l'attentato è avvenuto alle 7,40 del mattino locali, le 5,40 in Italia; non si sa ancora se sia stato opera di un suicida, ma le conseguenze sono risultate tanto pesanti in quanto è stata scelta proprio l'ora in cui i dipendenti iracheni della base sono soliti mettersi in fila per sottoporsi ai controlli di rito prima di poter entrare. Lo spiazzo antistante la base era dunque affollatissimo. La facciata anteriore della palazzina è stata demolita dalla potenza dell'onda d'urto.

AUTOBOMBA, RIVENDICATO DA GRUPPO GUIDATO DA ZARQAWI
Un gruppo iracheno che si ritiene sia guidato da Abu Musab al Zarqawi ha rivendicato l'attentato con un'autobomba di questa mattina all'esterno di una base americana a Nord di Baghdad in cui, secondo l'ultimo bilancio, sono morte nove persone.
Nella rivendicazione si specifica anche che si è trattato di un attentato suicida.
«Un eroe del nostro paese, possa riposare in pace, ha colpito una base militare degli Stati Uniti a Taji, a nord di Baghdad, e ha stroncato numerose vita», afferma un comunicato firmato da Jamàat al Tawhid wal jihad, reperibile su un sito Internet.
«Un altro eroe ha preso come bersaglio una vicina caserma di soldati e poliziotti che hanno venduto la loro religione, il loor onore e la loro terra a poco prezzo e che sono alleati degli americani». Non sono state fornite ulteriori specificazioni su questo secondo obiettivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400