Domenica 20 Gennaio 2019 | 14:02

NEWS DALLA SEZIONE

TOKYO
Muore l'uomo più anziano del mondo

Muore l'uomo più anziano del mondo

 
ROMA
Francia: incendio in un resort, 2 morti

Francia: incendio in un resort, 2 morti

 
TEHERAN
Iran respinge accuse tedesche spionaggio

Iran respinge accuse tedesche spionaggio

 
ROMA
Bangladesh: un arresto per attacco 2016

Bangladesh: un arresto per attacco 2016

 
ROMA
Filippo al volante, non aveva cintura

Filippo al volante, non aveva cintura

 
ROMA
Siria: tv, esplosione a sud di Damasco

Siria: tv, esplosione a sud di Damasco

 
TUNISI
Tunisia: Essebsi candidato alle elezioni

Tunisia: Essebsi candidato alle elezioni

 
ROMA
Congo: Corte, ha vinto Tshisekedi

Congo: Corte, ha vinto Tshisekedi

 
ROMA
Autobomba esplode a Londonderry

Autobomba esplode a Londonderry

 
ROMA
Terremoto 6.6 in mare davanti al Cile

Terremoto 6.6 in mare davanti al Cile

 
WASHINGTON
Appello Trump a dem, lavoriamo insieme

Appello Trump a dem, lavoriamo insieme

 

Usa - Morto l'ex "presidente cowboy"

Reagan stroncato dal morbo di Alzheimer nella sua casa in California, a 93 anni. Oltre che recitare in film western, resse gli Stati Uniti dal 1980 al 1989
CALIFORNIA - È morto l'ex presidente americano Ronald Reagan, 93 anni, malato di Alzheimer dal 1994, momento dal quale non si è fatto mai più vedere in pubblico.
È spirato nella sua casa di Bel Air, a Los Angeles, in California.

FIGLIO DI CALZOLAIO, ATTORE, GOVERNATORE E PRESIDENTE
Reagan nasce il 6 febbraio 1911 a Tampico, nell'Illinois, figlio di un venditore ambulante di scarpe. Laureatosi in scienze sociali nel 1932, il futuro presidente diventa poi un popolare radiocronista sportivo e quindi attore ad Hollywood a partire dal 1937, protagonista di vari film western.
Dopo la seconda guerra mondiale, combattuta come capitano dell'Air Force, Reagan viene eletto, dal 1947 al 1952, presidente del sindacato attori.
Il suo vero e proprio ingresso in politica è nel 1964, quando appoggia il repubblicano Barry Goldwater alla presidenza degli Stati Uniti. Reagan viene eletto governatore della California nel 1970 e batte il presidente democratico Jimmy Carter nel 1980, diventando il 40° presidente degli Stati Uniti per due mandati.
Dal punto di vista economico l'allora presidente dà il via alle cosiddette "Reaganomics", con significative riduzioni fiscali; dal punto di vista politico la sua presidenza è segnata tra l'altro dall'invasione di Granada (1983), dal sostegno dei Contras in Nicaragua, dall'avvio del programma di iniziativa di difesa strategica (Sdi), le cosiddette "guerre stellari".
Rieletto nel 1984, Reagan raggiunge dopo una serie di Vertici con il leader sovietico Mikhail Gorbaciov un accordo per la riduzione dei cosiddetti missili nucleari e corto e medio raggio, gli euromissili.
Pochi anni dopo la fine del suo secondo mandato, nel novembre 1994 Reagan annuncia di essere affetto da una forma del morbo di Alzheimer, e abbandona poi qualsiasi forma di vita pubblica, lasciando tutto in mano alla sua seconda moglie, Nancy.
Come aveva raccontato nei mesi scorsi la figlia Patti, Reagan non era più in grado di mangiare da solo e neppure di vestirsi. Aveva bisogno di essere assistito in modo permanente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400