Venerdì 18 Gennaio 2019 | 12:44

NEWS DALLA SEZIONE

LA VALLETTA
Malta, i migranti non sono una minaccia

Malta, i migranti non sono una minaccia

 
LONDRA
Ipotesi guai per Filippo dopo incidente

Ipotesi guai per Filippo dopo incidente

 
PECHINO
Huawei a Usa, nessun furto commerciale

Huawei a Usa, nessun furto commerciale

 
BERLINO
Birrifici tedeschi, calorie su etichette

Birrifici tedeschi, calorie su etichette

 
COPENHAGEN
Svezia: fiducia al premier Lofven

Svezia: fiducia al premier Lofven

 
HARARE
Zimbabwe: proteste, oscurato internet

Zimbabwe: proteste, oscurato internet

 
RABAT
Marocco: 88mila migranti fermati in 2018

Marocco: 88mila migranti fermati in 2018

 
MOSCA
Russia: caccia, salvi entrambi i piloti

Russia: caccia, salvi entrambi i piloti

 
IL CAIRO
Sudan: terzo manifestante morto

Sudan: terzo manifestante morto

 
SRINAGAR
Valanga su Himalaya: 3 morti, 7 dispersi

Valanga su Himalaya: 3 morti, 7 dispersi

 
TOKYO
Mitsubishi valuta nuove accuse a Ghosn

Mitsubishi valuta nuove accuse a Ghosn

 

Torture - Incriminati i due sergenti Usa

L'atto avverrà ufficialmente il 20 maggio. L'incriminazione avverrà il giorno dopo la comparsa di fronte a una Corte Marziale speciale dello specialista Jeremy Sivitis, coinvolto nella stessa vicenda - Due infermiere danesi fra i testimoni
WASHINGTON - Due sergenti dell'esercito, Ivan Frederick e Javal Davis, saranno formalmente incriminati il 20 maggio, per il loro coinvolgimento nelle sevizie inflitte a detenuti iracheni nel carcere di Abu Ghraib, nei pressi di Baghdad.
Lo riferiscono i media americani, citando fonti militari a Baghdad. Frederick e Davis finiranno di fronte alla Corte Marziale. La data del giudizio non è stata ancora fissata.
Frederick e Davis sono accusati di cospirazione per maltrattare detenuti, di violazione delle consegne per non avere protetto i detenuti che subivano gli abusi e di maltrattamento di detenuti.
Frederick è anche accusato di atti osceni per essere stato spettatore di un rapporto sessuale fra detenuti. Davis è pure accusato di avere dichiarato il falso e di aggressione.
L'incriminazione avverrà il giorno dopo la comparsa di fronte a una Corte Marziale speciale dello specialista Jeremy Sivitis, coinvolto nella stessa vicenda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400