Giovedì 17 Gennaio 2019 | 15:02

NEWS DALLA SEZIONE

PARIGI

 
NEW DELHI
Medico salva neonata e muore d'infarto

Medico salva neonata e muore d'infarto

 
Abu Mazen presto in visita a Damasco

Abu Mazen presto in visita a Damasco

 
'McJesus' sarà rimosso da museo di Haifa

'McJesus' sarà rimosso da museo di Haifa

 
PARIGI
Brexit, Francia attiva piano 'no deal'

Brexit, Francia attiva piano 'no deal'

 
PARIGI
Francia: esplosione all'università Lione

Francia: esplosione all'università Lione

 
PECHINO
Huawei, Cina agli Usa: 'basta isteria'

Huawei, Cina agli Usa: 'basta isteria'

 
NEW YORK
Trump pensa alle armi nello spazio

Trump pensa alle armi nello spazio

 
NEW YORK
Voleva attaccare Casa Bianca, arrestato

Voleva attaccare Casa Bianca, arrestato

 
WASHINGTON
Siria: Pence conferma ritiro degli Usa

Siria: Pence conferma ritiro degli Usa

 
ATENE
Grecia: fiducia per un soffio a Tsipras

Grecia: fiducia per un soffio a Tsipras

 

Sadr ai suoi: vi condurrò al martirio

L'esortazione è stata fatta nella grande moschea di Kufa, a pochi km dalla città santa di Najaf. E ha invitato al contempo a essere più «vigili e più disciplinati»
NAJAF (IRAQ), 5 maggio '04 - Il capo radicale sciita Moqtada Sadr ha promesso che guiderà i suoi sostenitori al martirio, invitandoli al contempo a essere più «vigili e più disciplinati».
Ieri nel corso di una ispezione a Kufa ai ranghi delle sue milizie, l'esercito di Mehdi, Moqtada Sadr ha detto: «Vogliamo che siate più vigili e disciplinati e, se Dio vuole, vi condurrò al martirio». L'esortazione è stata fatta nella grande moschea di Kufa, a pochi km dalla città santa di Najaf, e un video del discorso è stato oggi distribuito alla stampa.
Da parte sua il portavoce di Sadr, Qais al-Khazali ha dichiarato che ieri la delegazione del leader sciita ha anche «visitato il sito sacro di Ibn Aqil, all'ingresso di Kufa, che è stato distrutto dalle forze di occupazione».
Al-Khazali si riferiva al luogo in cui l'esercito americano aveva distrutto il 26 aprile scorso una base tenuta dell'esercito di Mehdi, di cui erano stati uccisi 64 appartenenti. Moqtada Sadr, che è inseguito dagli americani, ha trovato rifugio da settimane a Najaf, a pochi km di distanza da Kufa dove si reca regolarmente per la preghiera del venerdì.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400