Domenica 20 Gennaio 2019 | 12:53

NEWS DALLA SEZIONE

TOKYO
Muore l'uomo più anziano del mondo

Muore l'uomo più anziano del mondo

 
ROMA
Francia: incendio in un resort, 2 morti

Francia: incendio in un resort, 2 morti

 
TEHERAN
Iran respinge accuse tedesche spionaggio

Iran respinge accuse tedesche spionaggio

 
ROMA
Bangladesh: un arresto per attacco 2016

Bangladesh: un arresto per attacco 2016

 
ROMA
Filippo al volante, non aveva cintura

Filippo al volante, non aveva cintura

 
ROMA
Siria: tv, esplosione a sud di Damasco

Siria: tv, esplosione a sud di Damasco

 
TUNISI
Tunisia: Essebsi candidato alle elezioni

Tunisia: Essebsi candidato alle elezioni

 
ROMA
Congo: Corte, ha vinto Tshisekedi

Congo: Corte, ha vinto Tshisekedi

 
ROMA
Autobomba esplode a Londonderry

Autobomba esplode a Londonderry

 
ROMA
Terremoto 6.6 in mare davanti al Cile

Terremoto 6.6 in mare davanti al Cile

 
WASHINGTON
Appello Trump a dem, lavoriamo insieme

Appello Trump a dem, lavoriamo insieme

 

Ostaggi - Curdi dicono «no» a scambio prigionieri

Una delle due principali fazioni curde irachene ha respinto l'offerta dei sequestratori degli italiani di scambiare i tre ostaggi con membri di un gruppo integralista islamico The Sunday Telegraph: prima d'essere rapiti, militari Usa avevano sequestrato le armi agli italiani
SULAIMANIYA (IRAQ), 2 aprile 2004 - Una delle due principali fazioni curde irachene ha respinto oggi l'offerta dei sequestratori degli italiani di scambiare i tre ostaggi con membri di un gruppo integralista islamico detenuti dai curdi nell'Iraq settentrionale. «Non accetteremo mai di rilasciare i fondamentalisti», ha detto alla Reuters Mamosta Seifeddin, il vice responsabile della sicurezza dell'Unione patriottica del Kurdistan (Upk), da tempo in lotta con gruppi estremisti islamici sul proprio territorio.
«Questi estremisti ci hanno creato molti problemi e non intendiamo gettare sale sulle nostre ferite», ha aggiunto Seifeddin, parlando a Sulaimaniya, dove si trova la base dell'Upk, la fazione guidata da Jalal Talabani. Due sere fa la televisione satellitare araba Al Jazira ha trasmesso un presunto messaggio dei rapitori degli italiani, le sedicenti 'Brigate Verdì, nei quali si offre uno scambio tra gli ostaggi e membri del gruppo in mano ai curdi di Talabani.
L'anno scorso, durante il conflitto in Iraq, i 'peshmergà dell'Upk, appoggiati da missili e forze speciali americane, hanno attaccato la roccaforte in Kurdistan del gruppo integralista islamico Ansar al Islam, che i curdi e gli Stati Uniti accusano di avere legami con Al Qaida e di essere coinvolto in attacchi contro civili e militari americani in tutto il Paese. Il mese scorso l'Upk ha catturato una decina di combattenti di Ansar al-Islam.
• Famiglia Cupertino: «Nessuna novità dalla Farnesina» •Quattro soldati americani uccisi in diversi attacchi tra Baghdad e Amara
Diplomatici italiani incontrano ulema

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400