Venerdì 24 Settembre 2021 | 11:24

NEWS DALLA SEZIONE

BERLINO

Clima: Greta sfila a Berlino a 2 giorni da voto

 
BRUXELLES
Sottomarini: Ue conferma vertice con Usa il 29/9

Sottomarini: Ue conferma vertice con Usa il 29/9

 
WASHINGTON
Usa: ex poliziotto che uccise Floyd ricorre in appello

Usa: ex poliziotto che uccise Floyd ricorre in appello

 
NEW YORK
Usa: commissione Camera su 6 gennaio chiama quattro ex Trump

Usa: commissione Camera su 6 gennaio chiama quattro ex Trump

 
NEW YORK
Usa: Fbi, mandato d'arresto per fidanzato ragazza uccisa

Usa: Fbi, mandato d'arresto per fidanzato ragazza uccisa

 
NEW YORK
Usa, impegno Biden a fondamentale partnership con Ue

Usa, impegno Biden a fondamentale partnership con Ue

 
ROMA
Arresto Pudgemont: trasferito nel carcere di Sassari

Arresto Pudgemont: trasferito nel carcere di Sassari

 
MADRID
Media spagnoli, Puigdemont arrestato in Sardegna

Media spagnoli, Puigdemont arrestato in Sardegna

 
NEW YORK

Covid: Usa, esperti Cdc approvano 3° dose Pfizer per fragili

 
NEW YORK
Usa: Ok Camera a 1 miliardo per l'Iron Dome di Israele

Usa: Ok Camera a 1 miliardo per l'Iron Dome di Israele

 
ROMA
Afghanistan: la paura delle pallavoliste, 'aiutateci a fuggire'

Afghanistan: la paura delle pallavoliste, 'aiutateci a fuggire'

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

ROMA

Afghanistan: Cnn, traduttore fu decapitato dai talebani

Network Usa ricostruisce episodio dello scorso maggio

Afghanistan: Cnn, traduttore fu decapitato dai talebani

ROMA, 23 LUG - La Cnn ricostruisce la morte di uno dei traduttori afghani che hanno lavorato per gli americani a lungo nel Paese e, attraverso testimonianze, racconta come è stato decapitato dai talebani. L'episodio in questione risale al maggio scorso, ma solo adesso i tasselli vengono rimessi insieme, fornendo al network americano l'occasione di tornare su un tema che assume contorni drammatici per tutto coloro che restano nel paese e temono, con il ritiro delle forze straniere, persecuzioni e vendette. La Cnn racconta quindi la storia di Sohail Pardis che, il 12 maggio scorso, stava guidando da Kabul verso la vicina provincia di Khost per andare a prendere la sorella e celebrare poi insieme la festa dell'Eid, la fine del Ramadan. Lungo la strada anche un tratto di deserto lungo il quale il 32enne fu fermato ad un checkpoint dei talebani . Pochi giorni prima Pardis aveva confidato ad un amico di aver ricevuto minacce di morte dai talebani i quali avevano scoperto che aveva lavorato come traduttore per l'esercito americano. "Gli dicevano che era una spia degli americani, che era un infedele, che avrebbero ucciso lui e la sua famiglia", ha detto alla Cnn il suo amico e collega Abdulhaq Ayoubi. Quel 12 maggio, mentre si avvicinava al checkpoint, Pardis pigiò sull'acceleratore. Non fu mai più rivisto vivo. Gli abitanti del villaggio che avevano assistito alla scena hanno raccontato alla Mezzaluna Rossa che i talebani avevano sparato contro la sua auto prima che questa si fermasse. Erano poi accorsi presso il veicolo per trovare il corpo di Pardis decapitato. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie