Giovedì 05 Agosto 2021 | 12:20

NEWS DALLA SEZIONE

Covid: Israele, vaccinazioni in massa per la terza dose

Covid: Israele, vaccinazioni in massa per la terza dose

 
PARIGI
Macron, da settembre terza dose ad anziani e vulnerabili

Macron, da settembre terza dose ad anziani e vulnerabili

 
BRUXELLES
Afghanistan: Ue chiede cessate il fuoco urgente

Afghanistan: Ue chiede cessate il fuoco urgente

 
WASHINGTON
Usa: Biden, obiettivo 50% auto a zero emissioni entro 2030

Usa: Biden, obiettivo 50% auto a zero emissioni entro 2030

 
TOKYO
Covid: Tokyo aggiorna record contagi,oltre 5.000 in 24 ore

Covid: Tokyo aggiorna record contagi,oltre 5.000 in 24 ore

 
WASHINGTON
Usa: nuova strage immigrati, almeno 10 morti in incidente

Usa: nuova strage immigrati, almeno 10 morti in incidente

 
Scontri a Beirut, manifestanti forzano area Parlamento

Scontri a Beirut, manifestanti forzano area Parlamento

 
MADRID
Spagna: due femminicidi in quattro giorni, 30 da inizio anno

Spagna: due femminicidi in quattro giorni, 30 da inizio anno

 
PECHINO
Tienanmen: Hong Kong riapre online museo dedicato a vittime

Tienanmen: Hong Kong riapre online museo dedicato a vittime

 
TEHERAN
Iran: 10 anni a due iraniani con doppia nazionalità

Iran: 10 anni a due iraniani con doppia nazionalità

 
WASHINGTON
'Presto conclusioni inchiesta su impeachment di Cuomo'

'Presto conclusioni inchiesta su impeachment di Cuomo'

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

LONDRA

Brexit:boom fondi ma Big Ben non suonerà

E' in restauro, servono soldi. Commissione Comuni però si oppone

Brexit:boom fondi ma Big Ben non suonerà

LONDRA, 16 GEN - Procede a gonfie vele, ma si profila vana la raccolta fondi online - benedetta due giorni fa dal premier britannico Boris Johnson in persona - per pagare i costi della riapertura del celebre Big Ben di Londra, al momento in restauro, e consentire di farlo suonare a festa allo scoccare della formalizzazione della Brexit: esattamente alle 23 ora locale del 31 gennaio prossimo. Una commissione parlamentare ha infatti detto no all'iniziativa, e Downing Street ha apparentemente chinato il capo, nonostante le proteste del deputato Tory Mark Francois: esponente euroscettico oltranzista e fra i promotori del progetto, secondo cui in 48 ore i sostenitori della causa avevano già inviato 80.000 sterline in micro donazioni e il denaro stava continuando ad "affluire senza sosta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie