Giovedì 24 Gennaio 2019 | 11:47

NEWS DALLA SEZIONE

LONDRA
Arrestato ex leader Scozia Alex Salmond

Arrestato ex leader Scozia Alex Salmond

 
BANGKOK
Malaysia: nominato nuovo re Abdullah

Malaysia: nominato nuovo re Abdullah

 
ISTANBUL
Erdogan a Maduro: 'resisti, fratello'

Erdogan a Maduro: 'resisti, fratello'

 
PECHINO
Cina: inaccessibile Bing, timori censura

Cina: inaccessibile Bing, timori censura

 
ROMA
Venezuela, 14 morti e 218 arresti

Venezuela, 14 morti e 218 arresti

 
ROMA
Spagna: bimbo in pozzo, tunnel terminato

Spagna: bimbo in pozzo, tunnel terminato

 
ROMA
Venezuela: Guaidò, dolore per i morti

Venezuela: Guaidò, dolore per i morti

 
WASHINGTON
Venezuela:Pompeo,no a ritiro diplomatici

Venezuela:Pompeo,no a ritiro diplomatici

 
ROMA
Venezuela: Maduro, popolo si mobiliti

Venezuela: Maduro, popolo si mobiliti

 
PANAMA
Papa a Panama, oggi incontra le autorità

Papa a Panama, oggi incontra le autorità

 
SAN PAOLO
Venezuela: Gruppo Lima appoggia Guaidò

Venezuela: Gruppo Lima appoggia Guaidò

 

BRUXELLES

Ue, porre fine ai controlli interni

Avramopoulos, 'non permetteremo a Europa di tornare al passato'

Ue, porre fine ai controlli interni

BRUXELLES, 12 OTT - La Commissione Ue invita a "porre fine" ai controlli alle frontiere interne dello spazio Schengen, misura che dovrebbe essere eccezionale ma che dal 2015 viene regolarmente rinnovata da vari paesi, tra cui Francia e Germania. "Non riesco a immaginare l'Europa con confini interni chiusi, non permetteremo all'Europa di tornare al passato", ha detto il commissario europeo per la Migrazione Dimitris Avramopoulos, a margine del Consiglio dei ministri dell'Interno dell'Ue, a Lussemburgo. "Vi sono preoccupazioni e alcune sono giustificate - ha spiegato Avramopoulos - ma negli ultimi anni abbiamo garantito maggiore sicurezza. Ed è tempo di mettere fine ai controlli", ha insistito. Sei Paesi dell'area Schengen - Francia, Germania, Austria, Danimarca, Svezia, Norvegia - da tre anni hanno reintrodotto i controlli ad alcuni confini, sulla base di deroghe legali. A inizio ottobre la Francia ha notificato a Bruxelles di voler proseguire per altri 6 mesi (fino a fine aprile) e ieri l'Austria ha fatto altrettanto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400