Giovedì 17 Gennaio 2019 | 03:14

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK
Voleva attaccare Casa Bianca, arrestato

Voleva attaccare Casa Bianca, arrestato

 
WASHINGTON
Siria: Pence conferma ritiro degli Usa

Siria: Pence conferma ritiro degli Usa

 
ATENE
Grecia: fiducia per un soffio a Tsipras

Grecia: fiducia per un soffio a Tsipras

 
LONDRA
May ottiene la fiducia del Parlamento

May ottiene la fiducia del Parlamento

 
ISTANBUL
Siria: Erdogan, 5 i soldati Usa uccisi

Siria: Erdogan, 5 i soldati Usa uccisi

 
NEW YORK
Yemen: ok Onu a team osservatori tregua

Yemen: ok Onu a team osservatori tregua

 
MADRID
Bimbo nel pozzo, papà: 'Spero sia vivo'

Bimbo nel pozzo, papà: 'Spero sia vivo'

 
IL CAIRO
Tempesta di sabbia al Cairo

Tempesta di sabbia al Cairo

 
Siria: 16 morti in un attentato nel nord

Siria: 16 morti in un attentato nel nord

 
WASHINGTON
Pelosi, Trump rinvii State of the Union

Pelosi, Trump rinvii State of the Union

 
STRASBURGO
Sanchez, divisioni tallone d'Achille Ue

Sanchez, divisioni tallone d'Achille Ue

 

LONDRA

50 deputati Tory pronti a sfidare May

Destino premier discusso apertamente da avanguardia euroscettici

50 deputati Tory pronti a sfidare May

LONDRA, 12 SET - Inizia il conto alla rovescia fra i deputati Conservatori britannici dell'ala euroscettica ultrà verso la sfida per provare a scalzare in futuro Theresa May dalla leadership del partito e quindi del governo. Lo riportano i media del Regno, dando notizia di una riunione promossa ieri apertamente dal gruppo che fa capo a Jacob Rees-Mogg, rampante paladino della 'hard Brexit', pronto apparentemente a confluire dietro l'ipotetica candidatura alternativa di Boris Johnson. Alla 'cospirazione' hanno aderito finora 50 deputati e altri potrebbero aggiungersene, anche se il ministro dell'Ambiente, Michael Gove, brexiteer rimasto per ora leale al governo May, ha liquidato l'iniziativa come "chiacchiere a tempo perso", invitando il partito a restare "unito dietro il primo ministro". In teoria, per sfidare la leadership Tory e imporre una nuova elezione interna basta la firma di 48 deputati. Ma il gruppo di Rees-Mogg si è limitato per il momento ad avviare "una discussione" su come e quando sferrare il colpo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400