Sabato 20 Ottobre 2018 | 20:05

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Nicola Sinisi (RadioRai): «La Radio? Con la musica vive una seconda giovinezza»

Nicola Sinisi (RadioRai): «La Radio? Con la musica vive una seconda giovinezza»
ENRICA D'ACCIO'
BARI - Anche Radio Rai al Medimex per sostenere gli eventi live su e giù per lo Stivale. «Medimex è una vetrina importante, fra le più interessanti del panorama nazionale, sia per gli spettacoli proposti, sia per le occasioni di incontro con gli operatori del settore. Non potevamo mancare l’appuntamento». Così Nicola Sinisi, direttore di Radio Rai in merito al coinvolgimento nel salone dell’innovazione musicale, che si conclude oggi alla Fiera del Levante. Per l’occasione, alcuni dei programmi radiofonici del servizio pubblico propongono delle dirette da Bari, a partire dal seguitissimo Il ruggito del coniglio. I concerti serale, invece, vanno in diretta su Rai Radio 7 Live, il nuovo canale, interamente dedicato agli eventi dal vivo che ha cominciato le trasmissioni appena una settimana fa.

«Sul modello di quanto già realizzato con Rai 5 – continua Sinisi – la Rai, anche in quanto servizio pubblico, ha deciso di investire sugli spettacoli dal vivo e sulla musica live in particolare. Di qui è nata l’idea di un canale, Rai 7 Live, interamente dedicato. Abbiamo cominciato a trasmettere con il “Club Tenco”, la scorsa settimana, continuiamo da Bari, con il Medimex». Nuove prospettive, dunque, per un mass media vecchio. «La radio è il mezzo più liquido perché ormai è possibile trasmettere sulle più diverse piattaforme: i canali Rai possono essere ascoltati su 9 piattaforme diverse, dal tradizionale fm, al digitale terrestre, passando per il web e le app per smartphone. La radio, che è fatta di parole e musica, si è dimostrata così molto più flessibile della tv, per esempio. Oggi, la radiolina che negli Anni '80 solo i più temerari portavano a scuola, ce l’abbiamo tutti, in tasca. Stiamo vivendo questa trasformazione, una nuova stagione di interesse e di ripresa per la radio».

Più canali e strumenti di trasmissione, ma anche più contenuti. «Il nostro impegno riguarda anche una maggiore presenza sul territorio, e non solo nel senso di più informazione locale. Seguire appuntamenti su e giù per la nazione, per dare spazio a quanto di interessante e di innovativo accade in Italia». In questo contesto, è nato un rapporto tutto particolare con la Puglia. «Abbiamo seguito, per due anni di seguito, la Notte della Taranta e diverse produzioni con l’Orchestra popolare della Taranta. Sono in corso accordi con diverse istituzioni culturali della regione, prima fra tutti il Petruzzelli. A volte, ci sembra di non poter tenere dietro a tutte le manifestazioni in corso in Puglia». Impossibile nascondere un moto d’orgoglio tutto pugliese. «Sono bolognese d’adozione, ma barese d’origine. Bari è bellissima e la Puglia non delude mai».

Il Medimex, di cui La Gazzetta del Mezzogiorno è media partner, si conclude oggi alla Fiera del Levante. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400