Sabato 19 Settembre 2020 | 11:22

Il Biancorosso

calcio
Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entella

Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entella

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaSport e giustizia
Potenza, non fu mafia, la Calciopoli lucana è prescritta

Potenza: non fu mafia, la Calciopoli lucana è prescritta

 
MateraRitorno a scuola
Le lezioni nel palazzetto per lavori antisismici

Policoro: le lezioni nel palazzetto per i lavori antisismici

 
BatLa riqualificazione
Trani, una pietra «a cuore» per la rinascita

Trani, una pietra «a cuore» per la rinascita

 
Foggiaarte
Due braccia che afferrano la vita per ricordare le vittime dei campi

Foggia: due braccia che afferrano la vita per ricordare le vittime dei campi

 
Brindisinel Brindisino
Pezze di Greco, geloso massacra la «ex» davanti alla figlioletta

Pezze di Greco, geloso massacra la ex davanti alla figlioletta

 
LecceL'indagine
Lecce, test di Medicina, dopo l’esposto i candidati sfilano in Questura

Lecce, test di Medicina, dopo l’esposto i candidati sfilano in Questura

 
TarantoTensione
Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

 

i più letti

Medimex, Brian Eno apre alla Fiera del Levante la 5a edizione del salone

Medimex, Brian Eno apre alla Fiera del Levante la 5a edizione del salone
di Livio Costarella

BARI - Era l’ospite più atteso della quinta edizione del Medimex e Brian Eno è stato omaggiato da un foltissimo pubblico, ieri, nella prima giornata del salone dell’innovazione musicale, inaugurato in mattinata, nella Fiera del Levante, dall’assessore regionale Loredana Capone, insieme a Ugo Patroni Griffi (Presidente Fiera del Levante), Alessandro Ambrosi (Presidente Camera di Commercio di Bari), Paolo Ponzio (vicepresidente Teatro Pubblico Pugliese) e Antonio Princigalli, coordinatore di Puglia Sounds e Medimex. Quello con l’artista britannico doveva essere uno dei consueti incontri d’autore condotti da Ernesto Assante e Gino Castaldo, ma dopo essere stato presentato dai due giornalisti (Castaldo lo ha definito «un artista molto vicino all’ideale rinascimentale, uno dei pochi capace di collegare la musica con altri mondi), Eno si è raccontato per più di un’ora con accanto solo l’interprete. Non si è parlato granché di musica, bensì dell’evoluzione della sua figura di artista appassionato di scultura, pittura e videoarte, per poi arrivare all’idea di «Light Paintings», l’installazione di visual art che si può visitare sino al 14 novembre al Teatro Margherita.

«Tutto è iniziato – ha spiegato Eno - dall’ascolto di Get A Job dei Silhouettes, alla fine degli Anni '50, e da una sera in cui mio padre, che faceva il postino, tornò a casa talmente stanco che cadde di faccia per terra. Lì ho capito che non avrei mai avuto un lavoro. E così è stato. Agli inizi della mia carriera di artista, però, volevo diventare un pittore».

Il segreto del suo successo? Lo svela quando parla delle prime opere realizzate in maniera economica, eppure magiche. «In maniera profetica ho dedicato la mia vita all’idea di restare sempre bambino». Tra qualche esempio disegnato lì per lì, proiettato su grande schermo, Eno parla del concetto di innovazione e di «Light Paintings», in cui «ci sono trilioni di dipinti: se li vedesse un pittore si suiciderebbe a pensare che li ho creati io che non ho neppure un lavoro». Non manca il monito a non far uso di droghe, oltre al concetto che «se i bambini imparano attraverso il gioco, gli adulti giocano attraverso l’arte».

La prima giornata è poi proseguita con altri incontri eccellenti, in cui gli artisti hanno parlato della propria musica (Sud Sound System e Ludovico Einaudi), mentre in serata l’ospite d’onore degli showcase serali è stata la pop star australiana Natalie Imbruglia, tornata dopo otto anni di silenzio con le cover «maschili» dell’album Male. Tra i panel di ieri, inoltre, la Società italiana autori ed editori (Siae) ha presentato nuove iniziative dedicate agli artisti sotto i 31 anni, con una tariffa per incentivare le loro esibizioni, oltre al proprio repertorio (25 euro più iva e senza alcuna provvigione Siae): sarà valida dall’1 marzo 2016, per i pubblici esercizi fino a 200 posti (tranne i circoli) che useranno la formula ingresso gratuito e consumazione non obbligatoria. All’incontro sono intervenuti Filippo Sugar e Gaetano Blandini (presidente designato e direttore generale Siae) Princigalli e Manuel Agnelli degli Afterhours

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie