Mercoledì 22 Settembre 2021 | 08:33

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

l'occasione

Il brand della Magna Grecia
un alleato naturale del 2019

Il brand della Magna Grecia un alleato naturale del 2019

PIERO MIOLLA

Il ministero dei Beni Culturali ha pubblicato l’avviso pubblico per l’attuazione del programma “Magna Grecia”, la misura che mira, attraverso la progettazione a livello di amministrazioni pubbliche locali in campo culturale, a favorire la gestione integrata e sostenibile del patrimonio culturale pubblico, anche attraverso forme di partenariati pubblico-privati. In buona sostanza, si vuole unire il sistema territoriale di Matera capitale europea della cultura nel 2019 con quello del territorio circostante. Il programma, va ricordato, ha trovato previsione normativa nell’articolo 7 sexies del decreto legge “Mezzogiorno”, su proposta dell’onorevole lucano Cosimo Latronico, con l’obiettivo di elevare la qualità dell’offerta culturale, da veicolarsi anche per ambiti territoriali, per rafforzare la capacità di promuovere processi di integrazione tra risorse territoriali, attori pubblici e privati coinvolti negli strumenti gestionali e, più in generale, nei processi di governance partecipata delle azioni di valorizzazione culturale.

L’avviso pubblico riferito alla Basilicata ha una dotazione di un milione e 200mila euro e le proposte progettuali, riservate agli enti locali, dovranno pervenire al Mibact entro e non oltre il 31 gennaio 2018. In particolare l’avviso mira a sostenere lo sviluppo di proposte progettuali presentate dai Comuni con il finanziamento di attività di elaborazione della progettualità, tale da pervenire alla predisposizione di progetti anche a carattere integrato di scala territoriale/locale.

Latronico ha commentato con soddisfazione la pubblicazione dell’avviso da parte del Segretariato generale del ministero. «Dagli auspici siamo passati a fatti concreti - ha dichiarato il deputato -. C’è stata la volontà del legislatore che ha destinato un capitolo di spesa a questo tema della Magna Grecia e della sua alleanza con Matera, ma io spero che si trovino anche altre risorse. Sicuramente questa esperienza dà inizio a una visione territoriale che si traduce in una visione unitaria e condivisa. Inoltre, c’è l’alleanza con Matera affinché l’effetto dell’evento del 2019 possa avere un ritorno sul resto del territorio lucano e, in particolare, su quello della Magna Grecia. Adesso naturalmente spetterà agli enti locali dare concretezza alle proprie idee progettuali, nella speranza che questo avviso non resti lettera morta: sono, però, assolutamente persuaso che gli amministratori sapranno fare squadra e dare lustro alle tante peculiarità del nostro territorio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie