Lunedì 20 Settembre 2021 | 03:42

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

scanzano Jonico

Agrumi e kiwi in Cina, in arrivo
prime commesse ad Assofruit

Agrumi e kiwi in Cina, in arrivo prime commesse ad Assofruit

FILIPPO MELE

SCANZANO JONICOLa Cina è vicina. O meglio, gli agrumi ed i kiwi del Metapontino sono prossimi a sbarcare sul grande mercato del Paese orientale. Le prime commesse per l’importazione di queste due varietà di frutta sono in arrivo da parte di importatori cinesi all’associazione di produttori (Op) Assofruit. Si tratta della risultanza di due eventi. Il primo: l’accettazione da parte del “sistema import” cinese dei rigidi disciplinari di produzione da parte delle aziende associate alla Op del Metapontino. Disciplinari verificati di persona da tecnici delle società interessate nei frutteti dell’arco jonico lucano e delle altre realtà produttive. Il secondo: la partecipazione di Assofruit al recente The Rome Table - fresh world B2B meetings con Mimma Gallo, Ufficio commerciale e marketing, e Federico Nicodemo, Frutthera Groovers, azienda specializzata nella vendita oltre mare.

Si è trattato di una sorta di “borsa merci” fitta di incontri con i rappresentanti della grande distribuzione internazionale e buyer a vario titolo provenienti da Cina, India, Inghilterra, Francia, Polonia, Australia e Paesi dell’Est Europa. E proprio a Roma è stato confermato il forte interesse da parte dei cinesi verso gli agrumi ed i kiwi della Basilicata. Salvatore Pecchia, tecnico agronomo di Assofruit: “Siamo tra i pochi esportatori italiani riconosciuti dal Governo cinese dopo aver superato tutti i controlli a cui siamo stati sottoposti da parte dei loro operatori. Attendiamo le prime commesse. Esporteremo agrumi di Basilicata, Puglia e Calabria dopo averli lavorati nel nostro magazzino di Scanzano Jonico ed in quelli convenzionati.

La campagna è al via. Le nuove varietà, tuttavia, sono più apprezzate dai consumatori rispetto a quelle più vecchie. Chi compra, oggi, sta attento anche alle produzioni integrate o biologiche. Per dire come andrà bisognerà aspettare la chiusura delle vendite. E questo riguarda sia gli agrumi sia i kiwi. E siamo pronti per partire anche con l’India in cui abbiamo già commercializzato uva da tavola”. Insomma, per confermare il settore agroalimentare strategico per l’economia del Metapontino servono rigidi disciplinari di produzione per i vari comparti riconosciuti a livello internazionale, come nel caso della Cina, associati alla scelta di nuove varietà ed alla apertura organizzativa versi i vasti mercati dei Paesi cosiddetti emergenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie