Martedì 21 Settembre 2021 | 04:12

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

turismo e oriente Giada Zhang documenta i Sassi per i suoi cinesi

tasselli per la via della seta La general manager di "Voglia d'Italia" a Matera con Yan Wang

di Emilio Salierno

MATERA - Matera non poteva che essere scoperta anche da Giada Zhang. È stato possibile grazie a Yan Wang, presidente di Italy China Friendship Association, ormai di casa in Basilicata, che ha guidato per due giorni l’ospite in città.

La cinese Zhang, general manager del gruppo “Voglia d’Italia”, è un punto di riferimento importante per i flussi di turisti facoltosi che dall’Oriente sbarcano in Italia.

L’affascinante imprenditrice porta da anni nel Belpaese i cinesi benestanti a passare le vacanze. Una donna molto “corteggiata” per quanto riguarda il settore turistico per il movimento che riesce a innescare.

«Un luogo davvero incantevole che dovevo assolutamente conoscere - dice Zhang - e ringrazio Yan Wang per avermi accompagnato, con altri amici cinesi, in questa visita a Matera».

La general manager di “Voglia d’Italia” ha documentato le bellezze della città dei Sassi per conto dell’Ambasciata d’Italia a Pechino e dell’Enit, l’Ente nazionale dell’industria turistica. Ieri c’è stata anche una diretta online con Pechino e decine di migliaia di cinesi hanno potuto vedere i Sassi e alcuni dei prodotti enogastronomici lucani. Insomma, un’altra grande vetrina per Matera e il suo territorio.

Giada Zhang ha anche incontrato il presidente della giunta regionale, Marcello Pittella e il direttore generale del Dipartimento Agricoltura della Regione, Giovanni Oliva. Insieme a Wang ha avuto la possibilità di confrontarsi con il presidente della Camera di commercio, Angelo Tortorelli, e con la Camera internazionale delle donne presieduta da Fernanda Chiarelli, sodalizio che intrattiene rapporti di collaborazione anche con la Cina.

«Con piacere ho voluto accompagnare Zhang a Matera, che conosco da tempo, nell’ambito di un progetto che riguarda il Sud Italia sostenuto da Enit e Ambasciata italiana a Pechino. Lei è una figura importante del turismo ed opera in diverse regioni, un vero e proprio pezzo da novanta dell’industria turistica. Invia “vip” cinesi solo in Italia. Da Roma, con altri connazionali, si sono fermati a Napoli, Pompei, Capri, Alberobello, un percorso di promozione di questi centri. Devo dire che Zhang è stata entusiasta di quanto ha visto».

Ristoranti, luoghi del percorso turistico cittadino, lo shopping in alcune boutique (i cinesi hanno lasciato un bel po’ di soldi), il video in diretta con la Cina, l’incontro con Pittella e con la Fondazione 2019, la visita allo splendido Hotel Corte San Pietro di Fernando Ponte e un giro in “Ape calessino” per gli antichi rioni di tufo.

«Matera piace tanto ai cinesi, indubbiamente - dice Wang - ma bisogna ancora fare tanta promozione per farsi conoscere, in modo sistematico, altrimenti le occasioni che derivano dai flussi turistici orientali potrebbero andare perse».

L’idea lanciata da Wang è quella di un gemellaggio tra la Basilicata e la provincia di Shandong, la costa orientale che ha dato i natali a Confucio. «Lì ci sono 99 milioni di abitanti - sottolinea Wang - e la mia associazione, anni fa, ha lavorato con quella provincia per quanto riguarda la coltivazione e la produzione di vino. Un territorio da cui provengono gran parte dei prodotti agricoli che alimentano la Cina, oltre che sede di ben 17 università. Immaginiamo un progetto con lo Shandong, coinvolgendo il dipartimento agricoltura della Regione Basilicata e possibili borse di studio per i giovani».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie